Bolognana ricorda i caduti sul lavoro di 83 anni fa

GALLICANO – Dopo due anni di stop è tornata la cerimonia che si svolge ogni anno a Bolognana in memoria dei caduti sul lavoro; in particolare si ricordano coloro che persero la vita la sera del 24 novembre del 1939.

 

La SELT-Valdarno stava realizzando in Valle del Serchio alcune dighe artificiali con relative  gallerie di condotta delle acque; ci fu un crollo e persero la vita tanti lavoratori. A perenne memoria, un grande monumento ricorda quanti morirono tanti anni fa, e che rappresenta tutti i caduti sul lavoro. L’iniziativa come sempre è stata organizzata dal Comune di Gallicano in collaborazione con il Gruppo donatori di sangue Frates oltre a  Enel Greenpower. Dopo la parte religiosa officiata dal Diacono Pierluigi Fagnani , è stata la volta degli interventi istituzionali  aperti dal Sindaco Saisi e proseguiti con  Gino Bianchi di Enel GreenPower, che ha sottolineato quando sia fondamentale lavorare sulla sicurezza per  centrare l’obiettivo di zero infortuni.

 

Tra i vari interventi della cerimonia quello del sindacalista Giacomo Saisi che ha sottolineato gli argomenti che hanno caratterizzano questo 1 maggio 2022. Al termine della commemorazione, come da tradizione, lo spettacolo offerto dai Musici e dagli sbandieratori di Gallicano. La manifestazione si è conclusa con la deposizione di tre corone d’alloro in memoria di coloro che persero la vita 83 anni orsono.

fonte noitv

Share