Questa mattina il consigliere comunale in opposizione a Borgo a Mozzano ha  avuto nuovi incontri sul territorio.
Bene ridurre l’ IVA per alcuni prodotti- esordisce Bertieri- ma devono essere impediti l’aumento di altri che sono anch’essi fondamentali.
Dopo una settimana dedicata a confrontarmi con diverse aziende che danno lavoro a molte persone- prosegue Bertieri- questa l’ ho impiegata ad ascoltare gli impresari del posto.
La sinistra è talmente impegnata a far credere di andare incontro alle varie attività che si dimentica di dire dell’aumento di prezzo di alcuni materiali edili.
In questi giorni sono stata cotattata da alcuni impresari presenti  nel mio comune ma, non solo anche della Mediavalle e Garfagnana, i quali mi hanno illustrato un problema che a mio avviso merita tanta attenzione: il forte aumento dei prezzi  (confermatomi anche dai rappresentanti edili) come il cemento o il legname  da carpenteria e non solo.
Un aumento che  fa correre il rischio di una forte saturazione nell’ambito della vendita di materiali causata dalla sovrapproduzione interna   e  di una nuova crisi del mercato costruttivo poiché, va a colpire cementererie, imprese e tutto l’indotto che ruota intorno ad essso: dal mondo edilizio, a chi vende e alle filiere.
Tutto questo rischia inoltre  di far bloccare il mondo edile e di mettere in forte crisi le aziende dato che molte hanno preventivi fissi da qui a 5 mesi ma, con questa decisione di aumentare i prezzi, rischiano di dovere congestionare  il tutto poiché il costo è raddoppiato.
La cosa sarebbe stata capibile se in corrispondenza di tali aumenti vi fosse stata uguale cosa anche per gli stipendi aumentando quindi anche il potere d’acquisto ma, cosi non è.
 Vi é quindi la presenza di una situazione che potrebbe mettere in ginocchio uno dei settori trainanti dell’economia già profondamente segnato anche dalla diffusione  del virus Covid-19.

Share