Benvenuti a Teatro”: un progetto dedicato all’inclusione e rivolto in particolare alle famiglie con bambini

 

Nasce a Lucca “Benvenuti a Teatro” un progetto dedicato all’inclusione e nato dall’intesa tra Comune e l’azienda Teatro del Giglio. Si tratta di un programma di appuntamenti laboratoiali dedicati ai bambini a partire dai 5 anni di età che si svolgeranno al Teatro San Girolamo in contemporanea agli spettacoli domenicali al Teatro del Giglio per la stagione di prosa 2020.

I laboratori avranno la durata di circa due ore e intendono proporre e consentire alle famiglie composte per lo più da genitori giovani di vivere insieme l’esperienza del Teatro: i genitori come spettatori e bambini come protagonisti di un’esperienza di laboratorio didattico.

 

Questa mattina alla conferenza stampa di presentazione a palazzo Orsetti sono intervenuti: per l’amministrazione comunale, l’assessora alle politiche sociali Valeria Giglioli, l’ex assessora Lucia Del Chiaro; per il teatro, l’amministratore unico Gianni Del Carlo e il direttore artistico Aldo Tarabella; per i laboratori didattici, Laerte Neri e Paolo Simonelli di Coquelicot Teatro, Gianni Luigi Colombo- operatore teatrale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Si tratta di un’iniziativa dedicata all’inclusione che abbiamo fortemente voluto affinché le famiglie con bambini potessero comunque avere l’opportunità di vivere un’esperienza di alto livello cultuale come lo sono gli spettacoli al Teatro e, al contempo, consentire ai bambini di vivere esperienze costruttive” spiega l’ex assessora alle Politiche Sociali Lucia Del Chiaro. “Raccolgo con onore l’eredità di questo progetto per le finalità che lo caratterizzano – aggiunge l’assessora in carica Valeria Giglioli – L’obiettivo a breve termine sarà ora quello di far riuscire al meglio questa prima edizione che si concretizza grazie alla professionalità di tutti i collaboratori. Invito fin da ora le famiglie con bambini a prendere visione del programma e del progetto per poter partecipare”.

 

“Il passaggio di consegne e la contaminazione – afferma Giovanni Del Carlo, amministratore unico del Teatro del Giglio – tra l’attività laboratoriale che da tempo e con successo svolge il nostro teatro e il cartellone di spettacoli della stagione di prosa sono per noi motivo di orgoglio, tracciano una nuova strada che mette in campo le nostre professionalità e sviluppa ulteriormente le nostre capacità di accoglienza per il pubblico di tutte le età. Il progetto “Benvenuti a Teatro” segna un nuovo, importante e innovativo passo avanti del Teatro del Giglio sulla strada del rinnovamento; luogo di tradizione per antonomasia, il Giglio si “rinnova” infatti accogliendo gli spettatori con i loro bambini, per un’esperienza teatrale a 360° che ci allinea con le realtà culturali europee più avanzate”.

 

Le modalità di partecipazione ai laboratori – necessariamente a numero limitato – prevedono la partecipazione gratuita dei bambini di persone che abbiano l’abbonamento per gli spettacoli domenicali, mentre sarà richiesto un biglietto simbolico del valore di 5 euro per i bambini di chi si recano a Teatro senza che i genitori abbiano l’abbonamento.

Il Comune di Lucca partecipa al progetto attraverso un contributo di 3 mila euro per permettere lo svilupparsi di questa iniziativa inclusiva e dedicata alle famiglie con bambini.

 

I partecipanti al laboratorio (fino a un massimo di 25 bambini) dovranno iscriversi per ogni appuntamento con un anticipo di almeno di una settimana. I progetti laboratoriali sono stati individuati dall’ufficio Formazione del Teatro del Giglio e si articolano su due diverse direttrici. Il primo è un laboratorio teatrale a cura di Coquelicot Teatro (date: 9 febbraio e 22 marzo) per costruire progetti per giocare con le tematiche o con i linguaggi presenti nello spettacolo a cui staranno assistendo i genitori: figli e genitori quindi, pur essendo in spazi diversi, potranno vivere un’esperienza simile, tale da poter stimolare riflessioni comuni. Un altro sarà un laboratorio di narrazione e costruzione scenografica a cura di Gianni Colombo (date: 17 novembre e 16 febbraio) in cui è prevista una lettura iniziale, una fase di costruzione e un momento finale di gioco, animazione o narrazione fatta dai bambini. L’obiettivo è quello di insegnare ai ragazzi a fare arte e teatro attraverso il gioco e l’uso di materiali semplici, sviluppando così la loro creatività e fantasia.

 

Share