Beethoven in prima assoluta moderna in San Micheletto

 


Una riduzione ritrovata alla British Library dal maestro Fabrizio Datteri

 

Un pomeriggio dedicato al maestro di Bonn. È Ludwig van Beethoven il protagonista del concerto di domenica (2 giugno) alle 18 nella sala dell’Affresco del complesso di San Micheletto a cura dell’associazione culturale Animando. In programma due esecuzioni in prima assoluta moderna del compositore tedesco. Si tratta dell’ouverture dell’Egmont, nella riduzione per pianoforte, flauto, violino e violoncello di Ignaz Moscheles e il Concerto n. 5 Op. 73 per pianoforte e orchestra anch’esso in una riduzione per pianoforte, flauto e quintetto di archi dello stesso Moscheles, pianista e compositore praghese dell’Ottocento. 
Sul palco del concerto, che come di consueto sarà a offerta libera, Fabrizio Datteri al pianoforte, Filippo Rogai al flauto, Alberto Bologni e Gloria Merani al violino, Marina Molaro alla viola, Filippo Burchietti al violoncello e Salvatore La Rosa al contrabbasso. Le riduzioni del compositore praghese Ignaz Moscheles sono state ritrovate negli archivi della British Library di Londra dal pianista lucchese Fabrizio Datteri, che spiega: “In questi arrangiamenti si nota il grande rispetto del famoso pianista e compositore ceco nel non cambiare o stravolgere i concerti, se non quella di trasformarli, in qualche modo, in puri quintetti col pianoforte: i concerti escono forti, brillanti, addirittura più freschi e rispondenti a un gusto che ha sede madre nel Settecento”. 
Un’occasione unica, dunque, per il pubblico lucchese che potrà rivivere in San Micheletto le atmosfere di un concerto così come avveniva prima dell’avvento della tecnologia. L’evento è una proposta di Animando per la rassegna Il Settecento musicale a Lucca.

 

Ignaz Moscheles è un noto pianista e compositore nato a Praga nel 1794 e morto a Lipsia nel 1870. Dotato di eccezionali qualità musicali e di prodigiosa memoria, fu celebrato come uno dei più completi virtuosi della tastiera. Le sue esecuzioni ebbero grande influenza su un’intera generazione di pianisti.

 

Fabrizio Datteri è un pianista e clavicembalista lucchese diplomato al Boccherini di Lucca sotto la guida di Clara Cesa Luporini e al conservatorio di Firenze. Ha al suo attivo vari concerti solistici e di musica da camera con collaborazioni di alto livello. Ha vinto vari premi in concorsi musicali nazionali e internazionali e suonato per prestigiose associazioni concertistiche. Docente di ruolo al Passaglia di Lucca, attualmente insegna al Franci di Siena.

 

www.animandolucca.it

https://www.facebook.com/animandolucca/

Share