image

Tutto esaurito al teatro Verdi per la lezione magistrale del sociologo, ospite della manifestazione organizzata dal sindacato dei pensionati: “La vita su Facebook non è quella vera”

La paura di oggi è non essere notati e si confonde la vita su Facebook con quella vera”, ma “basta fare un giro per Firenze per vedere quanto sia artificiale il mondo creato dai social network”. Tutto esaurito al teatro Verdi di Firenze, con tanto di lunga coda fino a via della Vigna Vecchia, per la lezione magistrale di Zygmunt Bauman, ospite di punta del Festival delle Generazioni, organizzato da giovedì 13 a sabato 15 ottobre da Fnp, il sindacato dei pensionati della Cisl.

Il sociologo, cui in apertura è andato il premio “Gestire l’ingestibile” conferito dall’omonima associazione, ha parlato delle paure della società di oggi. “La paura universale che ci contraddistingue dalle altre specie è allo stesso tempo una forza creativa molto potente che ci consente di creare i tesori della cultura, di cui Firenze è un grandissimo esempio”.

Con un parallelo con la società immaginata da George Orwell in 1984, Bauman si è soffermato sul potere della rete e dei social network. “Ogni volta che si usa il cellulare, quell’azione viene registrata per sempre, c’è qualcuno da qualche parte che sa esattamente dove vi trovate, sa chi siete, dove siete. E la stessa cosa avviene quando si usano le carte di credito. C’è qualcuno che segue le vostre attività quotidiane e questo diventa di enorme interesse a livello di potere politico ed economico. Zuckenberg guadagna soldi proprio grazie a queste situazioni. Ma a differenza del protagonista orwelliano, oggi non abbiamo paura di esser visti troppo, abbiamo paura di non essere notati, abbiamo paura della solitudine, il virus che mina e compromette il senso della vita è l’esclusione e l’abbandono. E su questo traggono vantaggio i social network”.

Da giovedì 13 a sabato 15 ottobre, il Festival delle Generazioni ha avuto più di ottanta appuntamenti con oltre 150 ospiti: spettacoli teatrali, live show, incontri su salute, scuola, lavoro, memoria, scienza e ricerca, lezioni magistrali, tavole rotonde e laboratori di arte e tecnologia (programma su www.festivaldellegenerazioni.it). Segui il Festival anche su facebook, twitter e instagram.

Segreteria e informazioni:

e-mail info@festivaldellegenerazioni.it

UFFICIO STAMPA NAZIONALE

Agenda, cell. 347 5027432339 3595826, e-mail ufficiostampa@agendanet.it

Marco Guerini Comunicazione, tel. 02 97687325 – 49526574, e-mail marco@marcoguerini.com

UFFICIO STAMPA LOCALE

Lorenzo Galli Torrini – Jacopo Storni, cell. 333 3222377 – 335 7163225, e-mail lorenzo@gallitorrini.com

Share