Basketball Club Lucca – Olimpia Legnaia

 

23/17 – 39/38 – 65/54 – 91/74

23/17 – 16/21 – 26/16 – 26/20

 

 

Basketball Club Lucca

Lippi 7, Piercecchi 3, Barsanti 6, Russo 4, Benini 17, Vona 23, Simonetti 9, Balducci , Burgalassi 18, Pierini 4, Cattani

All. Tonfoni, Ass. Pizzolante, Ass. Nalin

 

Olimpia Legnaia

Guzzoni 9, Carli , Catalano 5, Padoin , Susini 5, Baldinotti 8, Nardi , Andrei 9, Del Secco 12, Mpeck 2 Nikoci 8, Scampone 16

All. Zanardo, Ass. Armellini, Ass.Soldaini

 

Arbitri: Rinaldi di Livorno, Panicucci di Pisa

 

E’ un inizio di partita con un atteggiamento guardingo le due formazioni si studiano, poi sono gli ospiti che sbloccano il risultato con un tripla e ancora a segno per altri due punti per un mini parziale di 0/5 iniziale al quale però il Bcl risponde per le rime, Burgalassi  e Vona dall’arco castigano l’olimpia con un contro mini break.

Per l’Olimpia è Nikoci che si fa vedere spesso sotto canestro, che dall’alto dei suoi due metri e venti riesce ad impensierire la difesa bianco/rossa,  ma i ragazzi di Tonfoni non sembrano preoccuparsene più di tanto, la squadra sta girando bene, recuperano quanto perso per strada e vanno in sorpasso fino a chiudere il primo quarto sul 23/17

 

Un secondo quarto iniziato sotto i migliori auspici con stupenda tripla di Piercecchi, ma non solo lui, la serata sembra essere quella giusta, ma ancora qualche palla persa e alcuni errori difensivi non permette al Basketball Club Lucca di provare a scappare. L’Olimpia dal canto suo non è squadra abituata a mollare e si fa sotto di nuovo, è il capitano Del Secco e Scampone che portano fieno in cascina, riuscendo a recuperare le nove lunghezze che la separavano dal Bcl fino ad impattare sul 35/35, a pochi secondi dal riposo, una tripla di Andrei manda in fibrillazione la panchina lucchese, la risposta del Bcl è immediata e con un uno, due velocissimo strappa il quarto e chiude sul 39/38.

 

Si riparte da una situazione praticamente di parità, il Bcl è costretto ad imbastire tutto da capo, pronti via e Burgalassi va l tiro, ma il ferro dice no, poi Simonetti dai liberi per un due su due, poi è ancora è  Burgalassi a metterla per il 43/38.

Bcl sui liberi e due su due, Benini poi dall’arco ed è sempre lui che guadagna due liberi che con estrema freddezza realizza, ad accorciare per gli ospiti è sempre Del Secco il più attivo degli ospiti che sigla il 50/41.

E’ un terzo quarto monopolizzato da Benini e l’Olimpia paga pegno mandandolo in lunetta, Andrei cerca di colmare la distanza con una bomba da fuori area, ma deve fare i conti con Pierini e Vona che gli restituisce la cortesia, 61/48 a un minuto e trenta dalla terza sirena, tempo che il Basketball Club Lucca sfrutta benissimo portandosi sul più 11 alla sirena.

 

Ad aprire le danze dell’ultimo quarto è un grande Burgalassi che allunga per il più 13, poi è la volta di Simonetti che non le manda certamente a dire, infilando una bella tripla, a rispondere per gli ospiti è Guzzon che accorcia per il 70/60 dopo tre minuti di gioco.

Olimpia ancora assolutamente in partita, sempre pungente, a ricordare ai ragazzi di Tonfoni che in campo ci sono anche loro, ma è Vona che gela il pubblico del Legnaia che infila la sua sesta tripla dopo una splendida circolazione di palla, Nikoci prova ad accorciare da sotto e il “bombardiere” Barsanti lascia andare un missile terra/aria per tre punti d’oro, 10 secondi dopo è Burgalassi che la infila da tre, due minuti da giocare e un punteggio di 84/71 che ha già la temperatura del ghiaccio, ancora qualche secondo per le ultime schermaglie e il Bcl può festeggiare la prima vittoria di stagione davanti al suo pubblico, 91/74 il finale.

 

È stata una partita esaltante, di fronte ad un nutrito e caloroso pubblico che insieme ai supporter, gli Young Panther ha spinto senza un attimo di tregua i ragazzi di Tonfoni, bravissimi Benini con 17, Vona 23 e Burgalassi con 18, e un grande plauso va anche al coach che con molto lavoro e altrettanta determinazione sta plasmando questa squadra riuscendo a far emergere le singole peculiarità di ognuno dei suoi ragazzi.

Share