Barsanti risponde a Raspini: “Le circoscrizioni? È una mia proposta che lo stesso Pd ha respinto”
Lucca, 6 dicembre – La campagna per le primarie del Pd entra nel vivo e il consigliere Fabio Barsanti di Difendere Lucca commenta le proposte di Francesco Raspini: “Una farsa. Raspini rappresenta la continuità con i fallimenti di dieci anni di Tambellini”. E attacca: “Nel programma si parla di ‘ricostituzione delle circoscrizioni’; peccato che la mia proposta per ricostituirle è stata bocciata in Consiglio il 21 settembre proprio dal Pd”.
“Con l’intensificarsi della campagna elettorale di queste finte primarie – attacca Fabio Barsanti – i lucchesi stanno leggendo di tutto, persino di proposte che lo stesso Pd ha già bocciato in Consiglio comunale. È emblematico l’esempio della “ricostituzione delle circoscrizioni” inserito nel programma di Raspini: si tratta di una proposta da me portata in aula due mesi fa ma che la maggioranza di sinistra di cui fa parte Raspini ha bocciato”.
“E pensare – continua Barsanti – che la mia proposta di ricostituire le circoscrizioni prendeva spunto dal programma elettorale del 2012 di Tambellini. Dunque un’idea annunciata dieci anni fa ma mai considerata, tanto che in ben due mandati non si è mai visto nemmeno il tentativo di metterla in atto. Anzi, bocciando la mia mozione il Pd ha bocciato se stesso, e oggi vorrebbe venire a prenderci in giro con la stessa proposta? Il centrosinistra continua a proporre la stessa cosa ad ogni campagna elettorale”.
“Se cinque anni fa il Pd ha preso in giro i lucchesi in campagna elettorale – conclude Barsanti – questa volta parte ancora prima. Le primarie del Pd sono una farsa, dove si affrontano due facce della stessa medaglia: due assessori che hanno governato male questa città. Sui contenuti questa giunta ha fallito e si trova ora costretta a recuperare proposte dell’opposizione che pure ha bocciato in Consiglio comunale. Siamo alle comiche”.
Fabio Barsanti
Consigliere comunale

Share