Barsanti replica a Francesconi: “Guardi gli alberi, non il dito”.

Lucca, 2 dicembre – Il consigliere di opposizione Barsanti risponde a Francesconi della maggioranza: “Invece di giudicare un albero piantato in modo simbolico dai volontari di un’associazione, pensi alle politiche ambientali portate avanti dalla sua giunta”.
“Le critiche del consigliere Francesconi verso chi ha piantato un ulivo per celebrare la Giornata Mondiale degli Alberi – dichiara in una nota Barsanti – sono fuori luogo, e hanno un unico scopo: coprire le ipocrisie di questa Amministrazione in materia ambientale. Il Comune infatti non si fa scrupoli a deturpare il verde di San Concordio con un progetto a forte impatto, non voluto dai residenti, e quindi usa un ambientalismo solo di facciata”.
“Il Comune – continua Barsanti – sarebbe obbligato a piantare un albero per ogni nato sul territorio. Lo prevede una legge del 1992, poi rinforzata nel 2013. La giunta Tambellini è quindi inadempiente da ben otto anni e sull’argomento era già stata presentata una mozione, affossata dalla maggioranza. Magicamente, ieri, è stata presentata una mozione analoga ‘strappa applausi’. Ma solo gli ingenui o i complici possono applaudire a questo spot pubblicitario”.
“La mozione infatti ricalca una precedente (senza citarla) ed è comunque servile: chiede gentilmente al Comune di fare quello che la legge impone. Davanti a questo teatrino – conclude Barsanti – ben venga il volontariato di associazioni come La Foresta che Avanza, che nel suo piccolo opera da anni senza chiedere un euro di finanziamenti e senza prestarsi alla propaganda del centrosinistra”.
Fabio Barsanti

Share