unnamed (6)

 
Lucca, 9 febbraio – Il candidato sindaco di CasaPound Italia Fabio Barsanti interviene sui disservizi del nuovo ospedale e rilancia la difesa del Campo di Marte. 
“L’ospedale San Luca è stato un atto di imposizione della regione toscana, che ha trovato l’accondiscendenza della giunta Fazzi e la sudditanza di quella Tambellini” scrive Barsanti in un comunicato.
 
Si tratta di un ospedale che non serviva, costruito su un territorio non adatto e che ha messo in capo alla città di Lucca milioni di euro di debito. A tutto questo si aggiungono le inefficienze di questa sanità ‘mordi e fuggi’ voluta dal governatore Enrico Rossi, dove i malati non sono più al primo posto: sono stati sostituiti da una presunta ‘efficienza’. Il risultato – continua Barsanti – è che chi arriva al pronto soccorso si trova in una bolgia infernale, ammassato senza divisori, senza privacy, senza dignità nemmeno per la morte”.
 
“Questo sistema ha incassato anche un esposto alla Procura da parte del sindacato Cisl, che ha raccolto dall’interno prove tangibili dei disservizi dell’ospedale. A loro va il mio plauso e a tutto il personale medico e paramedico che opera in condizioni di gravi difficoltà va il mio sostegno. Un personale ridotto all’osso, che si trova a compensare carenze strutturali e organizzative. E davanti alla carena di personale la regione toscana cosa fa? Indice concorsi per nuovi dirigenti.
 
“Davanti a questo questo – conclude Barsanti – come candidato sindaco affermo essere necessario che il Campo di Marte non venga dismesso. Le funzioni amministrative e di cura devono rimanere all’interno del vecchio ospedale, in modo che Lucca abbia la sua scialuppa di salvataggio quando il ‘sistema San Luca’ affonderà definitivamente.”

 

Share