Barga cala il poker d’assi in vista delle Comunali del 26 maggio: Campani, Feniello, Mastronaldi e Simonini.

Ad oggi sono poche le possibilità di vedere in campo altre due Liste, ovvero M5S e Sinistra Anticapitalista.

Gli elettori dell’importante comune della Valle dovranno scegliere tra quattro Liste e più di 60 candidati. Un compito che non si presenta semplice anche perché il leitmotiv della Campagna Elettorale appare la questione Pirogassificatore.

Come sempre ci troviamo davanti a Liste Civiche dove in alcuni casi c’è un partito politico di riferimento.

 

 

 

 

 

 

La Lista Civica che vede in prima fila Caterina Campani, attuale vicesindaco di Barga, rappresenta una sorta di continuità pur con pesanti innesti di forze fresche. Il NO al Pirogassificatore è stato più volte dichiarato ed è facile prevedere che probabilmente sarà il riferimento di molti elettori del PD. NO al Pirogassificatore anche per Feniello e la sua Lista Civica che appare slegata da qualsiasi riferimento politico e che probabilmente punterà sull’impronta “Civica”.

 

Molti volti nuovi e qualche ritorno per i candidati di Feniello. NO al Pirogassificatore anche per Mastronaldi, attuale Consigliere di opposizione, che rivendica di essere stato il primo ad alzare il dibattito sul tema. Lista Civica ma è facile prevedere che potrebbe attirare le simpatie degli elettori vicino alla destra politica. Simonini, candidato a Sindaco per la Lista Civica di Centro Destra, ha sempre avuto una posizione di attesa rimettendosi alle decisioni degli organi preposti, sia in tema di salute che di autorizzazioni. La forza di questa lista potrebbe essere il traino europeo di Salvini e della Lega, anche se le Comunali hanno sempre una storia molto legata alle vicende locali.

 

 

In un periodo dove molte Liste faticano a trovare i candidati, Barga appare quasi una mosca bianca. Lo scontro politico inteso come sfida di partiti appare molto diluito. Non sono attesi, ad oggi, big nazionali per dare manforte ai vari candidati e si punta molto sul lato ecumenico delle Liste. Positiva la massiccia presenza di giovani e donne nelle varie Liste, anche se non mancano candidati con grande esperienza.

 

I temi trattati in Campagna Elettorale saranno numerosi anche se la questione Pirogassificatore – sviluppo e lavoro sarà al centro dei dibattiti. Ambiente, Lavoro e Sviluppo sono temi delicatissimi e devono tenere conto di molti fattori: umani, sociali, culturali e politici.
Salvo sorprese in zona Cesarini quindi saranno 4 le Liste che si contenderanno la poltrona di Sindaco a Barga e probabilmente daranno vita al confronto più acceso della Valle.

Share