L’Amministrazione Comune di Barga : chiarimenti sulle autorizzazioni delle insegne pubblicitarie.

 

Barga , 17/06/2016- L’Amministrazione Comunale sospende per un mese
l’invio dei verbali di accertamento relativi alla mancata
autorizzazione delle insegne delle attività commerciali. Lo fa nel
convinto impegno di voler accogliere le richieste venute dai
commercianti e dalle associazioni di categoria di fornire una maggiore
e più completa informazione sulla operazione in corso. Verrà fatta la
massima chiarezza e trasparenza, e verrà dato a tutti il tempo di
verificare la propria situazione e di mettersi in regola, fermo
restando che le attività commerciali non in possesso delle previste
autorizzazioni incorreranno comunque nella sanzione prevista dalla
legge.

Non ci saranno invece sanzioni relativamente alle autorizzazioni
scadute: una volta che tutte le situazioni non in regola verranno
sanate verrà realizzato un archivio con indicate tutte le relative
scadenze che saranno comunicate alle attività commerciali. Sia che le
autorizzazioni siano scadute o meno, non ci saranno sanzioni ma solo
la comunicazione a provvedere a rinnovare l’autorizzazione. Gli uffici
competenti hanno peraltro già predisposto i moduli sia per richiedere
le autorizzazioni iniziali che per i rinnovi .

Questa la decisione del Comune di Barga all’indomani dell’incontro
avuto giovedì con i commercianti a Fornaci e della precedente riunione
che i commercianti hanno tenuto a Barga nei giorni scorsi .

“Sulla questione della sanatoria a 360 gradi delle situazioni non in
regola nei diversi settori che vanno dall’urbanistica, al codice della
strada, ecc. l’Amministrazione Comunale riteneva in questi mesi di
aver fornito la corretta informazione, affrontando più volte la
situazione sia in consiglio  comunale che con conferenze stampa ed
articoli; evidentemente  non è passata la corretta o la completa
informazione che avremmo voluto, perché è invece nostra ferma volontà
quella di affrontare la situazione nel modo più trasparente possibile
e con la massima apertura al dialogo ed al confronto”. Questo quanto
riportato dal Sindaco, Marco Bonini.

Nei trenta giorni di sospensione  gli uffici comunali concluderanno la
stesura dell’elenco delle attività non in regola e nel frattempo il
Comune incontrerà  e sarà disponibile a continui confronti sia con i
commercianti che con le associazioni di categoria, ma anche con i
commercialisti ed i professionisti incaricati di seguire le pratiche
da parte delle attività commerciali.

Da questi incontri  è intenzione del Comune trovare insieme a
commercianti ed associazioni di categoria  il metodo  per proseguire
l’opera di regolarizzazione ed arrivare alla fine ad una completa
sanatoria ed alla creazione di un archivio che permetta in futuro di
non incorrere in irregolarità di questo tipo, attraverso una database
che informi sulle scadenze e gli adempimenti le attività economiche.

Ci tiene il Comune a precisare  inoltre che mai ha considerato le
situazioni non in regola come episodi di evasione fiscale. Niente
hanno a che vedere le mancate autorizzazioni e la richiesta di
sanatoria relative alle mancate autorizzazioni per le insegne, con la
lotta all’evasione fiscale che invece il Comune intende perseguire per
altre problematiche presenti sul territorio come la ricerca e
l’individuazione di attività ricettive non in regola con i permessi
necessari a svolgere tali attività.

L’Amministrazione comunale informa inoltre che gli uffici saranno a
disposizione per fornire tutti in chiarimenti necessari in relazione
alle specifiche situazioni.

Share