Progetto Comune di Barga interviene con un comunicato stampa sulla questione dell’auto medica e del punto PET:

“L’orecchio è teso. Ogni senso è in allerta, pronto a cogliere una dichiarazione. Una sola. Anche una soltanto, del Direttore generale dell’ASL Toscana Nord Ovest e dei nostri rappresentanti politici Regionali e Nazionali, sia di maggioranza che di minoranza in merito alla previsione che emerge dal documento programmatico 2018-2019 redatto dall’Azienda USL Toscana Nord Ovest in aderenza agli indirizzi Regionali per le aziende sanitarie ed alle Aree vaste per il riordino del sistema sanitario regionale (allegato A Delibera Giunta Regionale nr.1235 del 28.12.2012).

Questo documento prevede lo spostamento dell’automedica da Barga a Castelnuovo e lo spostamento del punto PET da Castelnuovo a Barga. Vogliamo ricordare che a Barga abbiamo già il punto PET garantito in modo eccellente dalla Misericordia del Barghigiano. Non abbiamo bisogno del PET di Castelnuovo che se portato a Barga toglierebbe alla Misericordia tale compito causando anche una perdita di posti di lavoro. Ricordiamo a tutti che la Misericordia per garantire il punto PET ha assunto delle persone altamente qualificate. Il punto PET di Barga, ha gestito nell’anno 2018, con professionalità ed efficienza 244 viaggi in emergenza percorrendo Km. 8.000 e 298 viaggi ordinari percorrendo Km. 14.000 (questi sono dati di fatto e non parole).

Niente. I giorni passano. I giorni continuano a passare dalla richiesta inoltrata al Direttore Generale ASL Toscana Nord Ovest e la risposta non arriva. Ringraziamo il Sindaco per averci informati, in Consiglio Comunale, sul fatto che l’azienda Sanitaria ha deciso di non spostare l’Automedica ed il punto PET da Barga, come previsto tuttora nel piano programmatico sopra citato, ma attendiamo una risposta scritta, come si dice “nero su bianco”. Attendiamo l’annuncio da parte dell’ASL Toscana Nord Ovest di un aggiornamento del documento programmatico per l’annullamento della previsione citata. L’annuncio che l’automedica ed il punto PET restano a Barga ora e sempre e non solo in questo periodo di transazione in attesa del termine della prossima campagna elettorale per le Regionali. Troppo spesso sono state fatte promesse poi disattese. Infatti, nel tempo, abbiamo perso servizi nell’indifferenza di tutti (pronto soccorso – DH oncologico ecc.). Abbiamo perso, grazie alla condotta omissiva degli organi Regionali e Comunali del tempo, la centralina per la misurazione della qualità dell’aria e quindi la possibilità di mettere in atto interventi di mitigazione degli inquinanti per limitare i danni alla salute dei cittadini. Ecco il risultato; le malattie crescono in modo esponenziale e gli Enti preposti ci tolgono servizi sanitari. Ora apprendiamo che la Regione, su richiesta del Sindaco, sta ancora valutando di togliere la centralina da Fornoli per metterla a Barga. In attesa di queste valutazioni la gente continua ad ammalarsi e gli inquinanti forse aumentano per il fattore accumulo. Sta valutando di togliere l’automedica, di mettere la centralina e darci il Pirogassificatore. La regione non deve valutare! Deve agire e rimediare ai danni fatti nel tempo! Questo deve fare. Deve ascoltare quanto scritto nell’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Barga a seguito della mozione presentata da questo Gruppo consiliare. Ordine del giorno che conferma con forza la contrarietà, di tutto il Consiglio (Maggioranza e opposizione), al previsto spostamento. Rimaniamo in attesa di notizie, ma nel contempo vigileremo su questi ed altri accordi e/o documenti che, in modo scellerato, depotenziano strutture per potenziarne altre a discapito della salute dei cittadini. I consiglieri Regionali contrari al pirogassificatore ed al progetto di spostamento dell’Automedica da Barga cosa faranno? Staranno ancora a guardare? Presenteranno una mozione di sfiducia per Rossi e la sua Giunta? Decidano in fretta e ci facciano sapere così sapremo come comportarci alle prossime votazioni per l’elezione dei membri del consiglio Regionale (Presidente e Consiglieri)”.

Share