Banche Venete in Intesa: interruzioni per il bancomat

Da mercoledì a venerdì 8 dicembre possibili disagi per i clienti delle Popolari che “migrano” verso Intesa Sanpaolo. Poi limiti ai prelievi

Non sarà un weekend facile per i clienti delle banche ex Popolari che finiranno in Intesa Sanpaolo.

Dallle 14:00 di mercoledì scorso è di fatto scattata la procedura di integrazione di tutte le filiali di Popolare di Vicenza e di Veneto Banca verso Intesa Sanpaolo. Di fatto si tratta di una migrazione soprattutto a livello informatico. Il tutto con tre mesi di anticipo rispetto alla tabella di marcia decisa dagli istituti di credito.

Dalle Popolari a Intesa saranno trasferiti circa 1,4 milioni di conti correnti. Si tratta una grande operazione che prevede il passaggio di 840 mila conti per Pop Vicenza e 580 mila conti per Veneto Banca. Nel dettaglio l’operazione, iniziata lo scorso mercoledì alle 14:00, durerà fino alle ore 21:00 di oggi, venerdì 8 dicembre. L’erogazione del contante da parte dei bancomat delle due Popolari ha subito alcune interruzioni.

Il prelievo tornerà a breve regolare ma con un tetto massimo di 250 euro, come ricorda ilCorriere del Veneto. Si registra invece regolarità per quanto riguarda i bancomat di Intesa Sanpaolo e Cassa di Risparmio del Veneto. I bancomat delle popolari avranno validità fino al 31 marzo sempre con un prelievo massimo di 250 euro. Da lunedì 11 dicembre i clienti però potranno già richiedere le nuove tessere. A partire da lunedì mattina tutte le filiali delle popolari saranno appoggiate al sistema informatico di Intesa Sanpaolo e dunque l’attività dovrebbe tornare alla normalità.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/banche-venete-intesa-interruzioni-bancomat-1472079.html

Share