Baldini: Voglio vedere la voglia di vincere a tutti i costi

Le parole del mister in conferenza stampa a due giorni dal match contro il Santarcangelo

Le dichiarazioni del tecnico a due giorni dal match contro il Santarcangelo.

«Non mi aspettavo di essere richiamato. Ho fatto un esame di coscienza e ripensato alle cose in cui ho sbagliato, ma dopo la rescissione consensuale del contratto non avevo vincoli che mi legassero alla Lucchese. Ho preso tempo prima di accettare perché volevo capire quale potesse essere la risposta della squadra. Ed è stata questa la cosa che mi ha convinto, la voglia di questi ragazzi. Credo ancora che si possa far bene anche se il tempo è poco, ma bisogna tirare fuori la cattiveria che finora è mancata a questa squadra. E’ necessario mettere da parte ogni alibi e trovare quella concentrazione che è determinante per essere professionisti.

Pensavo che ad Ancona avessimo giocato male solo nei primi venti minuti e invece riguradando la partita mi sono accorto che abbiamo giocato male per tutto il match. A differenza della scorsa settimana, contro il Santarcangelo ci saranno Mingazzini e Fanucchi che vedremo di inserire in attacco senza perdere equilibrio. Sto valutando chi schierare al posto dello squalificato Lorenzini e il dubbio è tra Altobello e Maini, tra l’esperienza del primo e il dinamismo di quest’ultimo che però è fermo da un po’ di tempo. In porta ci sarà Mengoni come è giusto che sia perché sta facendo bene anche se ho già parlato con Di Masi che sta facendo ottimi allenamenti e deve ritrovare la tranquillità necessaria per riprendersi la porta. Mingazzini rientrerà sicuramente dall’inizio e sono contento che la squadra possa ritrovare un ragazzo positivo, un leader per il gruppo. Penso di confermare anche Botta, Nolè e Calcagni che ad Ancona ho dovuto sostituire per necessità. Mancherà ancora Sartore per il cui rientro bisogna aspettare ancora un po’, ma il ragazzo mi ha chiesto di essere comunque portato in panchina, cosa che mi ha fatto molto piacere perché denota attaccamento.
In questa settimana non ci siamo allenati ad Altopascio per nasconderci, ma solo per poter lavorare meglio su un campo in piano.
Per il resto dobbiamo essere noi a trascinare l’ambiente. Voglio una partita con la bava alla bocca da parte dei miei ragazzi. Insieme agli accorgimenti tattici voglio vedere la voglia di vincere a tutti i costi e ho bisogno di vederla da parte di tutti. Altrimenti sono disposto a cambiare dieci giocatori alla prossima partita anche a costo di essere mandato via».

Share