Baccalà marinato, una tradizionale e vecchia ricetta delle famiglie dei pescatori versiliesi…

Non la trovate nei ristoranti, la dovete fare a casa dato che è semplice a farsi, buona e appetitosa.
Dopo aver tenuto il baccalà in ammollo per almeno tre giorni, si infarina con la farina bianca e si frigge in una padella di ferro in olio abbondante, quando è dorato si mette ad asciugare sulla carta gialla.
Si scola la padella dall’olio e, senza pulirla, si mette molto aceto, un trito di rosmarino aglio e zenzero (peperoncino per i non lucchesi), si fa bollire solo pochi minuti, quando l’aceto sarà raffreddato mettete in un recipiente di terracotta il baccalà fritto e copritelo con la marinata che avete preparato.
Si mantiene per più di una settimana tenuto in fresco (frigorifero) e badando bene che la marinata copra il baccalà.

ricetta e foto @eziolucchesi

Share