Aducons Law & Food
Azioni di recupero dell’Iva sulla Tia: si preparano nuovi ricorsi  

Prosegue l’azione di recupero dell’Iva pagata dai cittadini sulla Tia, tariffa della spazzataura, ma non dovuta, intrapresa dalla sede lucchese dell’Aducons Law & Food. Dopo aver consegnato gli ultimi assegni ad un centinaio di cittadini, nei mesi scorsi, frutto delle cause vinte su Sistema Ambiente e e Ascit Spa, l’associazione di difesa dei diritti di utenti e consumatori annuncia che sta preparando una nuova ondata di ricorsi.

Le prime cause intraprese in tribunale contro Ascit spa e Sistema Ambiente – spiegano gli avvocati dell’Aducons – hanno visto il giudice dare ragione ai cittadini. Quindi stiamo provvedendo a preparare nuovi ricorsi, e chiamiamo i cittadini interessati a muoversi per avviare le pratiche per chiedere alla società di raccolta e di gestione dei rifiuti di versare quanto dovuto. I cittadini possano ottenere i risarcimenti dovuti, solo dietro specifica azione, perché il riconoscimento del diritto non è automatico. Si ricorda che l’assistenza legale dell’associazione è gratuita”.

Complessivamente nell’anno passato sono stati consegnati un centinaio di assegni ai cittadini che avevano fatto richiesta del recupero dell’Iva, con un risarcimento medio di 150/200 euro a persona e con punte anche di 500 euro, a seconda della somma pagata.

Chi volesse informazioni o necessitasse dell’assistenza dei suoi consulenti legali, potrà chiamare tutti i giorni il numero 0583/582621, il cell 371/3993373 o recarsi presso i nuovi locali dell’associazione a Lucca in Via del Gonfalone n. 5 (dentro porta Santa Maria), oppure scrivere una mail all’indirizzo aduconstoscana@gmail.it

Share