ATTIVITÀ PRODUTTIVE: IL PUNTO SULLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE (con chiarimento su Tosap) – di Massimo Tarabella

Sconto alle imprese sulla quota variabile della Tari, ambulanti esenti Tosap per il periodo di inattività, sconto totale della tassa per vecchie e nuove concessioni di suolo pubblico per il semestre maggio-ottobre, conferma delle aliquote Imu minime per le aziende. L’Assessorato al commercio e attività produttive fornisce alcuni chiarimenti sulle facilitazioni legate all’emergenza Covid a beneficio di piccole e grandi imprese attive sul territorio del Comune di Seravezza.

Riguardo al dubbio interpretativo sulla gratuità della Tosap, per il periodo maggio-ottobre, che inizialmente  sembrava limitarsi alle sole nuove occupazioni (gratuite ed esenti da marca da bollo)lAC ha ottenuto il chiarimento richiesto: l’esenzione tosap sulle attività dimpresa è totale: riguarda sia le occupazioni già autorizzate, che alle nuove: misura che – secondo valutazioni AC – vale il dimezzamento del tributo per l’anno 2020.

Gli esercenti dimpresa possono già rivolgersi allo sportello Ica per chiedere, a seconda dei casi, il ricalcolo in diminuzione di quanto ancora dovuto o il rimborso di quanto già pagato. Lo stesso potranno fare gli operatori del commercio ambulante che – è stato chiarito – non sono tenuti a pagare la Tosap temporanea per tutto il periodo di inattività causato dall’emergenza Covid-19. Basta presentarsi allo sportello Ica per ottenere il ricalcolo in diminuzione».

Ricalcolo in vista anche per la Tari. «In base alle indicazioni dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), il Comune di Seravezza applicherà una diminuzione della parte variabile del tributo a tutte le utenze non domestiche», spiega ancora l’assessore Salvatori. «Il contribuente non dovrà fare niente. Sarà l’ufficio Tributi ad inviare i bollettini con l’importo diminuito».

Infine l’Imu: il Comune di Seravezza conferma la propria linea abituale, che prevede l’applicazione delle aliquote più basse. Restano confermate le ordinarie scadenze già previste.

 

Share