Domenica 23 Febbraio alle ore 21 al Teatro Nieri di Ponte a Moriano si terrà la Proiezione del Film Profondo Rosso di Dario Argento (Versione Originale e Uncut in ITALIANO) e la sonorizzazione eseguita dai Goblin del Maestro Claudio Simonetti che suoneranno dal vivo durante la proiezione del film la colonna sonora originale e dal Maetro composta per Dario Argento nel 1975. Al Termine del film la band eseguirà dal vivo un repertorio di classici che ha reso celebri i Goblin in tutto il mondo, quali: Suspiria, Tenebrae, Phenomena, Dawn of The Dead, Zombi, Demons e altri presi dalle colonne sonore di Dario Argento, Lamberto Bava e George A. Romero e alcune canzoni prese dai dischi in studio come Roller e il Fantastico Viaggio del Bacarozzo Mark e dall’ ultimo lavoro in studio The Devil is back.

CLICCA PER PREVENDITA BIGLIETTI  

I biglietti dell’evento possono essere acquistati anche nei circuiti Sisal in Tabaccheria

Profondo Rosso rappresenta l’apice artistico di Dario Argento, non un film ma il film che terrorizzò veramente gli spettatori. Non è un Thriller e non è un Horror ma un perfetto connubio che in quegli anni rese Dario Argento famoso in tutto il mondo e preparò il terreno per il successivo capolavoro: Suspiria. Profondo Rosso tecnicamente è quasi perfetto omaggiando l’espressionismo tedesco. Molte inquadrature, molte scene sono quadri cupi e disturbanti ma come nell’espressionismo evidenziano quadri d’autore che si materializzano fotogramma dopo fotogramma. Dopo 45 anni Profondo Rosso continua a spaventare e disturbare facendo leva sulle paure illogiche e irrazionali delle persone. La trama mostra il classico slasher movie che tanto deve al maestro Mario Bava di Sei donne per l’assassino ma il terrore si materializza in soluzioni fuori dalla logica. Il pupazzo, icona storica di quel film, è completamente irrazionale durante la scena ma funziona, terrorizza. La violenza degli omicidi viene continuamente amplificata, dilungata e la macchina da presa inquadra ogni singolo momento. Anche la violenza fine a se stessa, crudele, della bambina serve per creare un continuo malessere nei telespettatori, mitigato dalla scelta di inserire siparietti ironici e leggeri.

Il sodalizio artistico con i Goblin è la cornice ideale di questo piccolo capolavoro. La Colonna sonora di Profondo rosso ha stabilito con il singolo 45 giri, l’ancora ineguagliato record di permanenza consecutiva al primo posto della Hit Parade Nazionale.

Appuntamento quindi da non perdere per vedere di nuovo e in versione originale, senza tagli, Profondo Rosso arricchito dalla presenza e dalla sonorizzazione del maestro Simonetti con i suoi Simonetti’s Goblin.

Share