ASSI VIARI PIANA DI LUCCA: IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA MENESINI SCRIVE  AL NEO MINISTRO DEL ‘MIT’ PAOLA DE MICHELI

Menesini: “Opera strategica indispensabile se realizzata in maniera integrata con il territorio”

 

 

Il presidente della Provincia Luca Menesini ha inviato una lettera al neo ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, che si è insediata proprio in questi giorni al Mit, per chiedere in tempi brevi un incontro sul progetto del nuovo Sistema tangenziale della Piana di Lucca.

La missiva segue quella già inviata a metà luglio all’ex ministro Toninelli dopo l’incontro sugli assi viari tenutosi in Provincia l’11 luglio scorso con i rappresentanti e i tecnici della Provincia e dei Comuni di Lucca e di Capannori. Incontro in cui fu concordato, appunto, di chiedere al Ministero delle infrastrutture un confronto per discutere il progetto firmato da Anas che, secondo gli enti territoriali, ha la finalità di far recepire alla proposta progettuale le numerose osservazioni indicate dagli enti locali e che puntano al miglioramento della grande opera infrastrutturale sia dal punto di vista funzionale, sia da quello ambientale e paesaggistico.

“Il progetto del Sistema tangenziale c’è ed è in fase molto avanzata – dichiara il presidente Menesini – ed è un’opera strategica che va realizzata secondo le necessità dei territori, tenendo cioè conto che la grande infrastruttura, che ha l’obiettivo di togliere dalla morsa del traffico la Circonvallazione di Lucca e i centri abitati della Piana, dovrà essere un’opera funzionale alle esigenze di mobilità della Piana visto che, tra l’altro, riguarderà il nostro territorio per i prossimi 50-80 anni. La richiesta di incontro al nuovo ministro De Micheli serve proprio a far comprendere al Mit che il progetto Anas può essere migliorato grazie alle varie richieste di modifica emerse dall’inchiesta pubblica voluta dalla Provincia a suo tempo, dalle indicazioni del Consiglio superiore del Lavori pubblici e, soprattutto, dagli enti interessati in tempi più recenti. Ribadisco che il nuovo sistema tangenziale della Piana di Lucca dev’essere realizzato come un’opera integrata con il territorio, utile veramente per snellire il traffico e realmente funzionale sia ai cittadini, sia al tessuto produttivo locale”.

 

Share