Assegni familiari, domanda anche tramite il datore di lavoro: la novità, contenuta nel messaggio INPS n. 4583 del 6 dicembre 2019, amplia le modalità di richiesta degli ANF.

Assegni familiari, domanda anche tramite datore di lavoro: novità ANF INPS

Con il messaggio numero 4583 del 6 dicembre 2019, l’INPS ha comunicato che la piattaforma per inoltrare la domanda di assegni familiari ANF è stata implementata.

Dunque, il lavoratore può fare richiesta per gli ANF esclusivamente in via telematica, o direttamente tramite il sito dell’INPS, ovvero attraverso i servizi dei patronati o tramite delega al datore di lavoro.

Inoltre, è stata migliorata l’Utility per il prelievo dei dati, grazie all’inserimento di nuove funzioni come la ricerca puntuale tramite singolo mese e la possibilità di attivare la notifica per email.

Assegni familiari, domanda anche tramite datore di lavoro: novità ANF INPS

Novità in arrivo per la modalità di domanda di assegni al nucleo familiare.

Con il messaggio numero 4583 del 6 dicembre 2019, l’INPS rende noto l’aggiornamento della piattaforma con cui fare richiesta per gli ANF.

In particolare, la novità riguarda un cambiamento entrato in vigore dal 3 novembre 2019, quando la procedura è stata implementata per permettere anche ai datori di lavoro di inoltrare le domande per gli assegni familiari all’INPS.

Dal 3 novembre 2019, infatti, i datori di lavoro possono fare richiesta per gli ANF, previa delega del lavoratore e dei suoi familiari.

Il datore di lavoro troverà la funzione per la presentazione telematica della domanda ANF/DIP ANF “Lavoratori Dipendenti di Aziende Attive” nel menù “Cassetto Previdenziale Aziende”.

Una volta effettuato l’accesso al servizio, si apre una lista a tendina in cui il datore di lavoro può selezionare il codice fiscale dell’azienda per la quale deve inserire la domanda di ANF/DIP.

A questo punto, premendo il tasto “aggiorna”, il sistema identifica l’operatore come l’azienda stessa.

Sono disponibili le seguenti funzioni:

  • nuova domanda;
  • consultazione;
  • domanda di variazione.

Per usufruire di ognuna delle funzioni, il datore di lavoro deve inserire e ricercare il codice fiscale del lavoratore dipendente dell’azienda scelta.

Spuntando l’apposita casella, il datore di lavoro dichiara di essere in possesso della delega del lavoratore.

Messaggio INPS n. 4853 del 6/12/19
Domanda di Assegno per il Nucleo Familiare per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo. Nuova funzionalità per la presentazione delle domande a cura dei datori di lavoro e dei soggetti da loro delegati e nuove funzionalità dell’Utility per il prelievo dei dati

Nuova domanda assegni familiari da parte del datore di lavoro

La richiesta per gli assegni familiari va fatta ogni anno, quindi va ripresentata anche da coloro ai quali negli anni passati è già stato riconosciuto il diritto agli ANF.

Per presentare una nuova domanda dovrà essere indicato il periodo di interesse e i dati anagrafici del lavoratore.

Nel campo “Azienda” in questo pannello c’è il codice fiscale prescelto inizialmente e non è modificabile.

Successivamente verrà presentato il pannello relativo alla composizione familiare, che richiederà l’inserimento dei dati anagrafici dei componenti del nucleo.

L’acquisizione della richiesta ANF/DIP prevede l’inserimento dei dati reddituali del richiedente e del nucleo familiare.

Al termine della compilazione dei dati richiesti, viene proposto il riepilogo della domanda acquisita. Una volta confermata la domanda, la fase di acquisizione termina e verrà visualizzato il numero di protocollo con possibilità di stampare la ricevuta ed il modello della domanda.

Domanda di variazione degli assegni familiari da parte del datore di lavoro

Con questa funziona è possibile inserire una variazione di una domanda già presentata a seguito di un cambiamento della situazione familiare, come la nascita di un figlio, un’eventuale separazione o una modifica riguardante il reddito.

Verranno visualizzati i lassi di tempo per i quali è già presente una domanda per consentire l’inserimento dei dati di variazione per il periodo di interesse.

Il periodo stesso potrà essere modificato dalla data in cui si è verificato l’evento per poter proseguire con l’acquisizione degli ulteriori dati richiesti.

Domanda di consultazione degli assegni familiari da parte del datore di lavoro

In consultazione è possibile verificare lo stato di una domanda di un dato lavoratore.

Cliccando sul dettaglio vengono visualizzati i dati della domanda, come la composizione del nucleo familiare, eventuali segnalazioni di errori di compilazione ovvero, per le domande definite, la tabella ANF di appartenenza e l’importo massimo spettante mensile e giornaliero.

Assegni familiari, ANF INPS: le modalità per fare domanda

La novità del messaggio numero 4583 del 6 dicembre 2019 dell’INPS riguarda i lavoratori dipendenti di aziende del settore privato, ad esclusione di quello agricolo.

In sintesi, per fare la domanda di assegno per il nucleo familiare all’INPS, il lavoratore può usare uno dei seguenti canali, esclusivamente in via telematica:

  • il servizio on-line dedicato, accessibile dal sito www.inps.it. Il servizio è disponibile dal 1° aprile 2019 ed è accessibile ai contribuenti in possesso di PIN dispositivo, di una identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi);
  • attraverso i servizi offerti dai patronati, anche se non in possesso di PIN;
  • tramite il datore di lavoro, o il consulente del lavoro, previa delega del lavoratore e dei suoi familiari.

Nel caso in cui il datore di lavoro sia fallito, il lavoratore dovrà fare richiesta di pagamento diretto all’INPS, senza superare il limite dei 5 anni di prescrizione.

Assegni familiari, migliorata l’Utility per il prelievo dei dati

La piattaforma utilizzata dai datori di lavoro e dai loro intermediari è stata migliorata grazie all’inserimento di nuove funzioni che rendono più agevole il prelievo dei dati.

In particolare:

  • è stata modificata la ricerca puntuale: l’utente dovrà indicare il singolo mese e la procedura restituirà l’intero periodo ANF all’interno del quale il mese richiesto rientra;
  • è stata attivata la funzionalità di notifica per email degli esiti delle elaborazioni massive per gli utenti che hanno sottoscritto il servizio;
  • è stata aggiunta in home page la sezione “News” per fornire agli utenti gli aggiornamenti più urgenti prima della pubblicazione del messaggio;
  • è stata aggiunta una nota alla voce “Importo massimo mensile” in cui si precisa che il valore mensile mostrato è al netto di eventuali trattamenti di famiglia dichiarati nella domanda ANF/DIP;
  • sono stati dettagliati i messaggi utente in caso di domanda ANF non presente perché “In istruttoria” o “Respinta”.

Share