Asilo nido: rinnovata la convenzione con Pietrasanta. I posti disponibili salgono da quindici a venti
 
Cinque posti in più – dagli attuali quindici a venti – per i bambini di Seravezza negli asili nido di Pietrasanta. Lo prevede la nuova convenzione fra i due Comuni approvata ieri sera dall’assemblea consiliare cittadina. L’accordo aggiorna e rilancia la collaborazione che i due enti portano avanti da alcuni anni nell’ambito dell’educazione infantile, con servizi utili e sempre più richiesti dalle famiglie. I posti disponibili per i bambini e le bambine di età compresa fra i tre e i trentasei mesi residenti a Seravezza saranno quindici presso l’asilo nido “L’Aquilone” di Strettoia e cinque nelle altre strutture comunali di Pietrasanta. La convenzione prevede che i cinque posti aggiuntivi siano richiesti dal Comune di Seravezza entro il 30 aprile di ogni anno in base alle disponibilità del proprio bilancio di previsione. Per il 2018 il termine è ormai trascorso: i posti disponibili il prossimo anno scolastico saranno perciò i quindici già previsti dalla precedente convenzione.
 
L’accordo unisce Seravezza e Pietrasanta nella gestione di un servizio educativo e sociale che concorre, in collaborazione con le famiglie, alla crescita e alla formazione dei bambini di età inferiore ai tre anni, nel quadro delle rispettive politiche per la prima infanzia ed a garanzia del diritto all’educazione. La gestione in forma associata è contemplata dalla legislazione regionale ed incentivata con l’eventuale concessione al Comune capofila – Pietrasanta – di contributi a parziale abbattimento delle spese di gestione. In ogni caso, Seravezza si impegna in virtù della convenzione a partecipare ai costi del servizio (personale, vitto, utenze, materiali per l’igiene e la pulizia, manutenzione ordinaria delle strutture, “coordinamento pedagogico”, costi amministrativi) in misura proporzionale al numero di bambini iscritti residenti nel proprio territorio.
 
«Siamo felici di poter confermare per altri tre anni questa collaborazione con Pietrasanta, che funziona bene e procede da tempo con reciproca soddisfazione», dichiara il consigliere delegato alla scuola Riccardo Biagi. «Alla luce delle crescenti esigenze di supporto che hanno le famiglie, abbiamo deciso con la nuova convenzione di impegnare un numero maggiore di posti presso le strutture pietrasantine. Una risposta che non copre ancora al cento per cento le necessità, ma comunque un passo avanti rispetto agli anni passati, commisurato alle capacità di spesa del nostro ente. La formula della convenzione ci consente peraltro di offrire il servizio ad un numero maggiore di bambini rispetto ad esempio alla gestione diretta del servizio. Da uno studio di fattibilità compiuto sui locali di proprietà pubblica della ludoteca di piazza Pertini a Querceta, nell’ipotesi di aprirvi un asilo nido comunale, è emerso infatti che i costi per accogliere dieci bambini sarebbero superiori a quelli che sosteniamo per far ospitare quindici o venti piccoli a Pietrasanta. Quella dell’asilo nido comunale non è comunque un’ipotesi tramontata. L’Amministrazione continuerà a vagliare il progetto ed a studiare alternative con l’intento di trovare una soluzione economicamente sostenibile. Intanto è importantissimo aver offerto con la nuova convenzione una prospettiva di maggior risposta alle esigenze delle famiglie».

Share