Il 20 e 21 novembre, a Lucca, nel Complesso di S. Micheletto si terrà il Convegno “ARTE e RESILIENZA. Per un nuovo concetto della Creatività e della Salute”, organizzato dalle Associazioni di Volontariato ECO e Culturale A.E.D.O., in collaborazione con la Provincia di Lucca e col patrocinio del Comune di Lucca. L’evento è aperto a tutti e gratuito.

Schermata-2015-10-27-alle-17.42.53-1716x700_c« La resilienza è la capacità di un individuo di generare fattori biologici, psicologici e sociali che gli permettano di resistere, adattarsi e rafforzarsi, a fronte di una situazione di rischio, generando un risultato individuale, sociale e morale. » (Oscar Chapital Colchado)

Quale ruolo può avere la creatività e l’arte nella costruzione dell’equilibrio psico-fisico di donne e uomini? Il teatro può farsi promotore di benessere e resilienza? Le competenze relazionali di chi cura migliorano la qualità della cura? Che ruolo ha la capacità di resilienza nella costruzione di benessere?

A queste domande, tenteranno di dare una risposta i numerosi esperti riuniti dalle associazioni che organizzano l’evento, ECO e AEDO, le quali operano da anni per la promozione di percorsi di crescita intrapsichica e interpersonale, di ricerca di benessere psicologico e sociale, di sviluppo culturale e spirituale, di diffusione di iniziative artistiche, terapeutiche e culturali, di prevenzione di comportamenti a rischio.

Grazie all’esperienza acquisita, oggi si può affermare che le arti espressive – quali la musica, il teatro, la pittura, attività psicomotorie – e le tecniche di consapevolezza – meditazione, rilassamento e visualizzazione – possono senz’altro favorire legami sociali, autostima e benessere psicologico. Fattori questi che aiutano lo sviluppo della persona, permettendo di superare il disagio, di favorire l’espressione di sé, la comunicazione e l’integrazione sociale, aumentando quindi la Resilienza individuale e collettiva.

Nel corso della prima giornata, venerdì 20 dalle 15.00 alle 18.30, avrà luogo la parte convegnistica con gli interventi della dr.ssa Rossana Becarelli , responsabile sanitario dell’Ospedale San Giovanni Vecchio (To) e presidente della Rete Euromediterranea per l’Umanizzazione della Medicina, del dr. Sergio Ardis, medico Direzione Sanitaria Ospedale di Lucca e segretario nazionale S.I.P.S., del dr. Mario Betti, medico psichiatra e responsabile SSM della Valle del Serchio, della dott.ssa Ines Nutini psicologa e psicoterapeuta e di Satyamo Hernandez, regista teatrale, performing arts therapist e counselor. Alle 18.30 chiuderà la giornata il concerto di Radio Radiante “Tanta Luce”.

Nella seconda giornata, sabato 21 dalle ore 9.00 alle 16.00, saranno proposti diversi workshop, aperti a tutti, condotti da medici, psicologi, psicoterapeuti e operatori di varie tecniche che coinvolgeranno i presenti in appassionanti attività pratiche di tipo laboratoriale e in brevi ma interessanti esposizioni teoriche. Seguirà lo spettacolo teatrale “I passi magici. Danze entomiche di trasformazione” della Compagnia Papalagi.

Con questo appuntamento si intende costruire un’occasione in cui poter riflettere insieme sulle possibili “buone pratiche” relative a Cultura, Arte, Benessere e Comunità.

Share