Arte a Seravezza: la Versilia di Matteo Ciardini, tra natura e architettura, dal 15 giugno alle Scuderie Granducali
Dal 15 giugno al 5 luglio le Scuderie Granducali di Seravezza accolgono le opere dell’artista fiorentino Matteo Ciardini. L’esposizione, dal titolo “Architetture in caratteri naturali”, a cura di Lorenzo Belli, presenta il risultato di un percorso artistico che Ciardini ha compiuto nell’ultimo anno, dedicato allo studio delle architetture industriali ancora presenti sul territorio di Forte dei Marmi, Seravezza e Stazzema e sul modo in cui esse interagiscono con il contesto naturale. Uno studio che conferma le tematiche care a Ciardini, in particolare il rapporto tra uomo e natura, analizzando il paesaggio e le eredità lasciate dall’uomo. Le opere pittoriche in mostra spaziano dalla marina versiliese alle pinete, dai piccoli corsi d’acqua che solcano la pianura alle verdi vallate apuane. “Parallelamente”, suggerisce il curatore “vi è un interrogativo sul ruolo dell’uomo in tutto questo, uno studio sulla figura e sull’oggetto come traccia”.
 
Matteo Ciardini si è formato presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze e le sue opere sono state esposte in musei e spazi pubblici in Italia e all’estero. Durante la sua intensa carriera è stato recensito da importanti critici e curatori d’arte come Antonio Bove, Fernando Mazzocca, Pietro Gaglianò e Vittorio Sgarbi. Attualmente vive e lavora tra Viareggio e Parigi.
 
La mostra si inaugura sabato 15 giugno alle 18:30 alle Scuderie Granducali. Si potrà poi visitare a ingresso libero ogni venerdì, sabato e domenica dalle 17:00 alle 23:00. Dal 6 al 30 luglio proseguirà a Pietrasanta negli spazi della galleria Paola Raffo Arte Contemporanea (inaugurazione sabato 6 luglio alle ore 18:00; orario di visita tutti i giorni dalle 18:00 alle 24:00).

Share