ARROSTO ALLA LUCCHESE10527402_734236550008927_245457934935879937_n

ricetta di mi mà cucinava così
Chiedi al tuo macellaio di fiducia il pezzo giusto, lui sà cosa darti.
Prendi una pentola con i bordi alti, di dimensioni tali per cui la carne ci stia giusta giusta.
Metti dell’olio extravergine e fai scaldare bene butta la carne con la parte grassa verso il basso, lasciando il fuoco medio/alto, fai attenzione agli schizzi dell’olio e non ti preoccupare se sembrerà che la carne bruci, và bene così, lasciala cuocere per 4/5 minuti poi girala e fai la stessa cosa per ogni parte dell’arrosto che ora sarà di un bel bruno intenso, e dentro sarà al sangue
A questo punto hai bisogno di due bicchieri di vino rosso, uno lo berrai perché alla fine della preparazione te lo sarai meritato e uno lo metti nell’arrosto, nel frattempo avrai preparato un generoso trito di salvia, rosmarino, aglio, peporino, mettilo assieme al vino e fai ridurre tutto fino a completa evaporazione girando l’arrosto senza forarlo.
Togli la carne dal fuoco, senza bucarla e mettila in un vassoio coperta con un foglio di alluminio per dieci minuti, ora fanne delle fette piuttosto fini, aggiungi una noce di burro al sugo nella pentola, fai andare lentamente deve solo insaporire e non friggere e mettine un cucchiaino sopra ogni fetta stesa nel vassoio.
Meglio ancora se il trito lo metterai con la noce di burro, 30/40 secondi a fuoco dolcissimo prima di metterlo sull’arrosto
FONTE EZIO LUCCHESI

Share