Arrivano i fontanelli pubblici nelle sette scuole secondarie di primo grado del comune di Lucca 

Il progetto, presentato nel corso di una conferenza stampa a palazzo Orsetti, è stato reso possibile grazie al cofinanziamento di Banco Bpm.

 

Tutte e sette le scuole secondarie di primo grado di Lucca saranno dotate di fontanelli che erogheranno acqua di qualità proveniente dall’acquedotto comunale.

 

Il progetto, presentato questa mattina (21 gennaio) nel corso di una conferenza stampa a palazzo Orsetti, prevede l’installazione di circa 15 erogatori d’acqua nelle scuole medie del territorio, ha un costo complessivo di 31.575 euro ed è cofinanziato dal Comune e dal Banco Bpm, con un contributo di 17.500 euro. L’intervento si colloca nell’azione, portata avanti in questi anni dall’amministrazione comunale, per favorire l’educazione alla riduzione dei rifiuti e al rispetto dell’ambiente. Con i nuovi fontanelli, 2500 studenti delle scuole Carducci di piazza San Ponziano in centro storico, Buonarroti di Ponte a Moriano, Custer De Nobili di Santa Maria a Colle, Massei di Mutigliano, Del Prete di Sant’Anna, Chelini di San Vito e Da Vinci di San Concordio, potranno rifornirsi d’acqua a scuola gratuitamente e senza ricorrere all’acquisto di bottigliette di minerale.

 

 

 

 

 

 

“Crediamo molto nella possibilità di incidere sulla qualità dell’ambiente – ha detto il sindaco Alessandro Tambellini – anche attraverso piccoli gesti quotidiani che, se moltiplicati, diventano comportamenti collettivi e veicolo di cambiamento virtuoso delle nostre abitudini. In questi anni abbiamo lavorato molto, anche nelle scuole, per una progressiva riduzione dei rifiuti. Nel 2016 abbiamo inaugurato il primo fontanello pubblico alla stazione, che in circa tre anni ha consentito il risparmio di 124.113 chilogrammi di plastica e questa estate realizzeremo quattro nuovi impianti per l’erogazione di acqua pubblica nelle zone più periferiche del territorio. In questo contesto, il progetto dei fontanelli nelle scuole assume la valenza di moltiplicatore degli effetti benefici che ci attendiamo, dal momento che, come ben sappiamo, i più giovani sono i migliori educatori in merito alle tematiche che riguardano l’ambiente”.

 

“Questo è indubbiamente il ‘decennio verde’ – ha commentato il responsabile Direzione Territoriale Tirrenica di Banco Bpm, Adelmo Lelli – e Banco Bpm sta dedicando particolare attenzione proprio ai temi della sostenibilità. Non è un caso quindi la nostra presenza qui oggi: abbiamo dato vita a partire dal 2018 ai ‘progetti scuola’ che ci vedono impegnati nel supporto alla realizzazione di piccole opere in collaborazione con le amministrazioni locali di tutta Italia, mettendoci all’ascolto delle loro esigenze, in un’ottica di restituzione di beneficio al territorio. Siamo felici quindi di essere al fianco del Comune in questa iniziativa, accomunati dagli stessi valori che, ci auguriamo, verranno non solo apprezzati, ma anche compresi pienamente dai ragazzi e dalle loro famiglie.”

 

I lavori per l’allestimento dei fontanelli inizieranno a primavera: al momento l’ufficio edilizia scolastica del Comune sta verificando l’ubicazione più opportuna all’interno dei singoli edifici. Si tratterà di strutture in acciaio inox che verranno posizionate nelle sette scuole medie e che saranno in grado di erogare in un’ora 55 litri d’acqua di elevate qualità organolettiche, a temperatura ambiente o refrigerata.

 

“Siamo grati a Banco Bpm – dichiara l’assessora all’educazione e formazione Ilaria Vietina, che ha seguito il progetto – che ha compreso appieno la portata di questo progetto. Già da tempo infatti nelle mense scolastiche del comune di Lucca è stato introdotto l’uso delle stoviglie di coccio e della caraffa per la somministrazione di acqua proveniente dall’acquedotto, indirizzando gli studenti verso un modello di vita virtuoso e sostenibile. Con i fontanelli andremo quindi a completare un percorso educativo importantissimo sul corretto utilizzo delle risorse”.

Share