ARINGA MARINATA13654162_1011284648970781_5476621211560028503_n

Come le acciughe salate anche le aringhe possono essere marinate e con un risultato veramente da leccarsi i baffi.
Potrete prendere un’aringa da arrostire, oppure la lessate cambiando acqua tre volte badando che sia sempre bollente, oppure ne prendete una confezione sotto vuoto al supermercato.
Sfilettatela fatela a pezzi non troppo grossi, adagiatela su un trito di prezzemolo aglio e peperoncinoe olio evo, poi ricoprite con lo stesso trito e che sia molto abbondante.
Insomma lo stesso procedimento delle acciughe salate, procuratevi anche del buon pane casalingo toscano e che non manchi un fiasco di vino giovane delle nostre colline lucchesi, magari messo in fresco nella “gora” come usavano i nostri nonni.
DI EZIO LUCCHESI

Share