Premessa: l’escursione qui descritta è molto impegnativa, sia dal punto di vista fisico che mentale, visto che si svolge su terreni ripidi, con tratti molto esposti e su infido paleo.
Si tratta pertanto di una uscita riservata ad escursionisti molto esperti e soprattutto abituati all’infido terreno apuano.
E’ superfluo sottolineare che questa escursione è da percorrere con tempo stabile, ottima visibilità e terreno asciutto. La relazione risale al 2010, quindi un po’ datata.
—————-
“Bagola Bianca”…bastano queste due parole per accendere l’entusiasmo e contemporaneamente il timore degli escursionisti apuanofili; la Bagola rappresenta infatti una impegnativa via di salita al Pisanino che si snoda sull’affilata e ripida cresta ovest, caratterizzata dalla presenza di rocce smosse e paleo.
La Bagola Bianca è il vertice dove convergono due ripide creste: una (quella da noi percorsa) proveniente da Orto di Donna, l’altra – la Forbice – proveniente dal buio fondovalle del Serchio
di Gramolazzo.
Una escursione non certo facile, ma di grande soddisfazione, che ci mette a tu per tu con il burbero carattere del Pisanino
Clicca qui per scaricare la relazione dell’escursione:

Share