APPALTI PULIMENTO. SITUAZIONE GRAVE ALLE POSTE PER LE ADDETTE AL PULIMENTO.

 

IL 7 OTTOBRE INCONTRO IN PREFETTURA E PRESIDIO. SCIOPERO NAZIONALE IL 21 OTTOBRE

 

Ancora problemi nei pagamenti degli stipendi per il personale che pulisce gli uffici delle Poste nella provincia di Lucca.

La ditta che si è aggiudicata il servizio da un paio di anni è la Global SERVICE di Caltanissetta, e le addette al pulimento sono circa una quarantina in provincia con orari minimi e stipendi risibili.

Ma per queste persone quello stipendio vuol dire il pane.

La ditta paga oramai da tempo con una certa irregolarità ed i ritardi sfiorano i dieci giorni, questo nonostante incontri ed accordi.

Le poste alle richieste di intervento non rispondono, ma conoscono il problema e se ne fregano.

Il vero problema è la modalità con cui si assegna  gli appalti, non ci sono evidentemente criteri selettivi relativi adeguati come minimi di volume e di fatturato, perché vincono ormai da oltre 10 anni ditte molto piccole, spesso lontane, che pagano poco regolarmente e poi spesso si eclissano costringendo a recuperi fallimentari con pagamenti o delle poste in quanti committenti o dall’INPS .

Insomma questa cosa si è vista con le ditte campane CLEAN COMPAN e MATTEI, con la PACE SERVIZI e così via.

Il personale è stanco e sfiduciato, di passare continuamente dalla  “padella alla brace” e se Poste seleziona ditte spesso inaffidabili vuol dire che si deve cambiare questi criteri.

Per denunciare tutto questo Filcams CGIL e FISASCAT CISL hanno chiesto il tavolo di crisi in Prefettura  che si terrà Venerdì 7 Ottobre  prossimo, e contemporaneamente sarà fatto un presidio davanti agli uffici postali di Lucca e Viareggio. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti Uil lanciano a sigle unite lo sciopero nazionale del settore degli appalti storici pulizia  scuole per il 21 ottobre prossimo.

Giovanni Bernicchi Fisascat Cisl

Massimiliano  Bindocci Filcams Cgil

Share