App cittadino informato, la replica del sindaco

“Avevano attivato la App Cittadino Informato sulla carta, anziché scaricarla, e non sapevano a cosa servisse. E’ solo grazie a questa amministrazione e al ruolo attivo di questo sindaco all’interno di Anci Toscana se questo progetto ora diventa pienamente operativo”.

Così il sindaco di Massarosa Alberto Coluccini replica alla parole della minoranza Pd sulla App Cittadino Informato. “Per il Consiglio di Anci Toscana, di cui sono membro, è uno dei progetti digitali su cui si è deciso di investire per sviluppare e incrementare il servizio. Anche come Comune di Massarosa crediamo molto nelle potenzialità di questa app, non solo per le allerte meteo, ma anche per fornire ai cittadini le informazioni di pubblica utilità: problemi inerenti le scuole, cantieri stradali, disagi dovuti alla sospensione della corrente elettrica e ogni altra informazione utile per i cittadini”.

“Che l’amministrazione Mungai avesse aderito passivamente al servizio senza capirlo e senza utilizzarlo – conclude il primo cittadino – lo dimostra anche il fatto che, per avere lo stesso servizio, hanno speso oltre 3 mila euro l’anno per l’App denonimanta Gastone e altri 4.800 euro per il triennio 2017/19 per un’altra app simile, quella dell’Allert System. E non solo: non avevano neanche mai richiesto le credenziali di accesso al servizio, per cui non potevano utilizzarlo. Senza inutili sprechi di denaro pensiamo che la App dell’Anci Toscana, opportunamente gestita, sia un importante servizio per la cittadinanza”.

Share