S

ul tema della viabilità si stanno compiendo passi importanti. Nell’arco di un anno Anas ha completato i lavori su due cantieri che insistono nel nostro comune, prima nel tratto verso Chifenti poi in quello sotto Corsagna, ridando così un fondamentale respiro al traffico. Il Brennero è un’arteria determinante per tutta la Valle del Serchio e poterne usufruire a pieno significa più sicurezza e scorrevolezza del traffico, ma anche rinnovati servizi per le aziende e le strutture ricettive, nonché una boccata d’ossigeno per il turismo. Quello che la nostra amministrazione sta portando avanti, insieme ai parlamentari del territorio e, ovviamente, ad Anas, è un piano complessivo che sappia prima rimettere a nuovo l’esistente, per poi creare i presupposti per nuove, utili, infrastrutture. Mentre Anas toglieva l’ultimo semaforo, noi, insieme a Gaia, abbiamo realizzato il nuovo asfalto in loc. Baroni a Domazzano, il tratto solitamente percorso da tutti durante le emergenze, come avvenuto più volte negli ultimi mesi durante la chiusura della Ludovica. Si è trattato di un “lavoro a tenaglia” che, agendo contemporaneamente su due fronti, ha restituito una viabilità degna di questo nome. Ma non possiamo e non dobbiamo fermarci qua. Chiederemo ad Anas di proseguire la riqualificazione del Brennero, sia con la rimozione dei blocchi al Ponte Pari, sia per interventi sull’asfalto, e ci impegneremo con forza affinché si arrivi al finanziamento dell’ingresso ad Anchiano. Su base regionale poi, e per tutta la provincia, credo sia imprescindibile giungere alla realizzazione dei nuovi assi viari. La strada intrapresa è quella giusta, l’investimento di oltre 1.000.000 di euro che Anas ha fatto sulle strade che passano da Borgo a Mozzano sono il miglior viatico per proseguire, rafforzandolo, un rapporto che negli ultimi mesi ha prodotto risultati concreti sotto gli occhi di tutti.

Share