Ancora sulla potatura secca…La potatura a ” Testa di salice”

La cosiddetta potatura a “testa di salice” è stata inventata dai nostri avi per costringere gli alberi a produrre legno o fogliame in quantità abnorme, in maniera che potesse essere utilizzato ogni anno per soddisfare le necessità umane.
La testa di salice è la forma di conduzione del salice per produrre sottili ed elastici getti di legno tenero utilizzati per le ceste in vimini, le legature delle viti etc. Ma era anche usata sui gelsi per produrre foglie come nutrimento per i bachi da seta, o sul platano per produrre manici di paleria. Queste piante col tempo si sono adattate benissimo e con il giusto taglio le piante possono vivere anche per cento anni.

Share