AMMINISTRAZIONE E SIGLE SINDACALI INSIEME  CONTRO IL CARO-BOLLETTE GRAZIE AL FONDO ANTI-CRISI DA 50MILA EURO


Positivo l’incontro di medio periodo con le parti sociali per definire l’accordo sindacale 2023 collegato al nuovo bilancio di previsione

ALTOPASCIO, 27 settembre 2022 – Intervenire sul caro-vita e sul caro-bollette: è stato questo il tema portante dell’incontro – positivo – di medio periodo che l’amministrazione D’Ambrosio, con il sindaco e l’assessore al welfare e al benessere di comunità, Valentina Bernardini, ha avuto con le parti sociali. Un incontro concordato a inizio anno che ha chiamato a raccolta i rappresentanti di CGIL, Spi-Cgil, CISL Toscana Nord, Fnp-Cisl Toscana Nord e Piana di Lucca, Uil-Toscana Nord e Uilp Territoriale di Lucca per programmare insieme i punti salienti del futuro accordo sindacale 2023, collegato al prossimo bilancio di previsione, e pianificare, per quanto possibile, azioni a sostegno delle famiglie alle prese con i drammatici rincari delle bollette. “Come Comune di Altopascio – spiega il sindaco D’Ambrosio – ci siamo mossi in ampio anticipo e abbiamo emanato un bando nei mesi scorsi per essere pronti ad erogare i contributi nei mesi autunnali. Possiamo quindi dire che quest’anno il fondo anti-crisi da 50mila euro, ideato anni fa grazie a un lavoro continuativo con i sindacati, d’accordo con le parti sociali sarà destinato all’emergenza bollette. Un’emergenza che riguarda anche noi come Ente: subiremo e stiamo già subendo fortemente gli aumenti dell’energia e del costo delle materie prime e dei servizi. Insieme ai sindacati continueremo a monitorare queste voci e capiremo, via via, come far fronte agli aumenti. Con la stessa ottica lavoreremo anche per definire le tariffe dei servizi a domanda individuale in vista proprio del bilancio di previsione 2023. Ci tengo a ricordare che un altro tema di particolare importanza riguarda il tema della casa: abbiamo nuovamente confermato il bando per il contributo affitto per sostenere cittadini e famiglie e grazie all’adesione a Fondazione Casa Lucca vogliamo essere ancora più incisivi nel rispondere a chi fa fatica a sostenere un canone di locazione”.

Durante l’incontro è emerso anche come il Comune di Altopascio sia sempre stato in prima linea proprio nelle politiche sociali. “Il lavoro con i sindacati è parte integrante di questo percorso – continuano D’Ambrosio e Bernardini -. Altopascio ha sempre cercato di distinguersi proprio per mettere in campo politiche sociali diffuse: quest’anno le difficoltà economiche non mancano, anche per il Comune, e riguardano tutti i settori dell’Ente, compreso il sociale. Faremo il possibile per mantenere certi livelli e certe agevolazioni, è chiaro che per farlo servono risorse”. Partirà inoltre il confronto con i sindacati per la definizione dell’accordo tra amministrazione comunale e parti sociali sugli appalti. Un tavolo che avrà come obiettivo il miglioramento della qualità dei servizi pubblici, garantendo l’occupazione, i diritti e le tutele di lavoratrici e lavoratori, assicurando, allo stesso tempo, il contrasto ai fenomeni di illegalità e concorrenza sleale.

Share