Ambiente, Difendere Lucca: “La giunta boccia la commissione permanente per la gestione del verde pubblico. Persa una grande occasione”

Lucca, 19 aprile – Dotare il Comune di Lucca di una commissione permanente di agronomi e botanici per realizzare un serio programma di manutenzione, cura, prevenzione e controllo del verde pubblico, al fine di evitare i numerosi abbattimenti. Era questa la richiesta presentata da Difendere Lucca, discussa nello scorso consiglio comunale, che è stata bocciata dalla maggioranza. “Grave l’assenza dell’assessore competente Raspini”, commenta il gruppo consiliare.

“La maggioranza di centrosinistra – prosegue la nota – ha perso un’occasione per ovviare ad un vuoto normativo. Il nostro regolamento comunale non definisce infatti una procedura chiara sull’abbattimento di alberi, spesso delegata a perizie esterne, talvolta discutibili. Ricordiamo l’abbattimento sistematico di alberi sulla circonvallazione, nel quartiere di San Concordio e la vicenda del tiglio monumentale davanti alla stazione, salvato solo grazie all’intervento dell’opposizione”.

“Ancora una volta la maggioranza boccia una mozione utile per la città”, continua Difendere Lucca, che stigmatizza l’assenza dell’assessore Raspini: “L’argomento riguardava due deleghe: ambiente e lavori pubblici, ricoperte in tempi diversi da Raspini in questi cinque anni. Doveva essere suo interesse esprimersi sulla commissione da noi proposta, se non fosse ormai totalmente interessato solo alla campagna elettorale”.

“La commissione – conclude Difendere Lucca- avrebbe da un lato colmato un vuoto normativo e dall’altro migliorato la tutela ambientale. Oltre al censimento e alla verifica dello stato del patrimonio arboreo lucchese, avrebbe curato la manutenzione e poteva definire, assieme ai rappresentanti delle associazioni ambientaliste riconosciute a livello nazionale, un protocollo da seguire per l’individuazione delle rigide condizioni per le quali sia possibile ricorrere all’abbattimento di alberi”.

Share