ALTOPASCIO  – Le cucine sono tornate nelle scuole!

“Oggi dimostriamo che niente è inamovibile”. Lo dice il sindaco Sara D’Ambrosio durante l’inaguurazione del nuovo progetto – per un investimento di 120miila euro – messo a punto dall’amministrazione comunale: il ritorno delle cucine nelle scuole del territorio, grazie alle quali i pasti per gli studenti, anziché arrivare da Monsummano Terme, vengono preparati direttamente all’interno delle scuole, nelle cucine ricavate negli istituti di Altopascio e di Marginone. I due centri – Altopascio e Marginone – servono tutti gli istituti del comune e garantiscono piatti freschi, espressi, realizzati con prodotti a chilometri zero e, quindi, qualitativamente migliori.

Questa mattina il sindaco, insieme con il dirigente scolastico, Dario Salti, il referente della CirFood, l’azienda che ha in gestione il servizio mensa di Altopascio, Luca Cima, l’assessore regionale Marco Remaschi e l’assessore alla scuola, Ilaria Sorini Simoni, hanno inaugurato la nuova cucina della scuola elementare di Altopascio. Presenti al taglio del nastro anche gli assessori Adamo La Vigna, Martina Cagliari, Daniel Toci e Alessandro Remaschi, i consiglieri comunali Fabio Coppolella e Francesco Marzano, i dipendenti della CirFood, le famiglie altopascesi, con tanti bambini al seguito, il coordinatore dei servizi educativi di Altopascio, Gian Marco Bertozzi.

L’amministrazione comunale ringrazia gli uffici comunali – ufficio tecnico e ufficio scuola -, l’Asl e le aziende che hanno compartecipato alla riattivazione delle cucine nelle scuole di Altopascio: Lattanzi Group srl, Baldacci Stefano per conto della società Tecnoservizi, impresa edile Marchetti e Ricciarelli e il marmista Guido Martinelli, Termoidraulica fratelli Sainati, R.F. antincendio di Giovanni Forconi, M.I.A. di Daniele Buti, Leone Agostini-Versilia grandi impianti.

Share