Altopascio e bufere giudiziarie, Insieme per Altopascio e Lega

«Abbiamo ottenuto che la giunta riferisca in aula il 26 prossimo. Avrebbero dovuto farlo spontaneamente»

 

Le opposizioni in Conferenza capigruppo: «Al Consiglio comunale di venerdì dovranno spiegarci cosa succede»

 

«Al consiglio comunale del 26 luglio  prossimo la giunta riferirà in aula per chiarire i contorni della bufera giudiziaria che ha travolto la giunta di Altopascio e alcuni dipendenti comunali nel giugno scorso con una raffica di avvisi di garanzia. Un’amministrazione comunale seria avrebbe dovuto prendere da sola l’iniziativa e presentarsi spontaneamente davanti all’assemblea altopascese e alla cittadinanza. Invece c’è voluta la nostra richiesta per inserire il punto in ordine del giorno»: lo riferiscono i gruppi consiliari di opposizione Insieme per Altopascio e Lega a margine della Conferenza dei capigruppo in cui si redige l’ordine dei lavori per la prossima seduta di Consiglio comunale fissata per venerdì 26 luglio alle 18.

«L’opacità dell’operato della giunta di sinistra altopascese ci lascia di stucco – proseguono i rappresentanti dei due gruppi di opposizione – anche perché questi signori sono gli stessi che, quando erano loro all’opposizione, si riempivano la bocca sbandierando chissà che codici etici di trasparenza. Eppure non c’era mai stato nulla che potesse assomigliare alla tempesta che a giugno si è abbattuta sul palazzo comunale di Altopascio. Si vede che cambiando banchi, il Pd e la sinistra cambia anche valori di riferimento. Noi no, invece».

La richiesta di riferire in aula sulla grandinata di avvisi di garanzia che ha raggiunto il Comune di Altopascio a inizio giugno era stata avanzata dai due gruppi nei giorni scorsi. Oggi si trattava di calendarizzarla: «Avvisi di garanzia, inchiesta, acquisizioni… Noi chiediamo piena luce sullo stato e l’oggetto dell’inchiesta, e vogliamo sapere chi sia stato raggiunto da avviso tra sindaco, esponenti della giunta e dipendenti del Comune nonché per quali ipotesi di reato. Lo ripetiamo: avrebbero dovuto farlo senza nemmeno il bisogno che glielo si richiedesse».

Share