Via al rifacimento di via Gavinana a Altopascio. Fagni “Intervento da 350mila euro che renderà la strada più bella e più sicura”.
Fra i tanti lavori pubblici approvati entro la fine dell’anno, per cogliere l’opportunità di utilizzare gli avanzi pluriennali di bilancio in deroga al patto di stabilità, la giunta municipale di Altopascio guidata dal sindaco Maurizio Marchetti ha approvato il progetto definitivo e esecutivo messo a punto dall’ufficio tecnico e presentato dal vicesindaco Francesco Fagni su via Gavinana, la strada che collega viale Europa a piazza Tripoli e poi in direzione Orentano e Galleno.
Il progetto riqualificherà decisamente la strada anche sotto il profilo estetico, senza perdere la sua efficacia nel sistema di mobilità del paese. Infatti via Gavinana non subirà restringimenti della carreggiata, che rimarrà a due sensi di marcia.
L’intervento parte dalla rimozione dei pini, le cui radici hanno creato avvallamenti sotto l’asfalto, rendendo la strada pericolosa e irregolare, che è stata già effettuata proprio a titolo di sicurezza. I lavori, il cui importo complessivo supera i 350 mila euro, prevedono il trivellamento delle ceppe dei pini rimaste dopo il loro abbattimento, il risanamento del sottofondo dei marciapiedi, che saranno completamente rifatti in porfido.
Le aiuole esistenti verranno sistemate con nuove piantumazioni ad alto fusto e arbusti, compreso un nuovo impianto di irrigazione proprio per curare le nuove piante. Verrà poi completamente sostituito l’impianto di illuminazione pubblica, verrà riasfaltata la strada, dotandola di una nuova segnaletica orizzontale e verticale.
Un progetto che migliora la sicurezza e l’aspetto della viabilità di Altopascio- commenta Francesco Fagni, vicesindaco e assessore ai lavori pubblici del comune-, che si collega con il rifacimento della rotatoria di Viale Europa e rendendo le due zone sempre più un grande biglietto da visita per il paese . Via Gavinana aveva bisogno di un intervento radicale a causa dei problemi causati dalle radici dei pini. In ogni caso le piante abbattute verranno sostituite adeguatamente e alla fine la strada sarà molto gradevole anche da vedere”.
Massimiliano Paluzzi cell.

Share