ALLA CROCE VERDE DI LUCCA L’AMBULATORIO MEDICO GRATUITO PER RIFUGIATI DALL’UCRAINA

Presentato il servizio in collaborazione con l’Azienda USL Toscana nord-ovest, tenuto da 7 medici volontari. Apertura il lunedì, il mercoledì e il venerdì, nelle fasce orarie 9:30-11:30 e 17-19. 

 

Lucca, 12 aprile. Un’altra bella pagina di solidarietà nei confronti del popolo ucraino scritta dalla Croce Verde di Lucca: presso la sede dell’Associazione è stato presentato infatti l’ambulatorio medico gratuito per persone provenienti dalle zone colpite dal conflitto. Ad illustrare l’iniziativa il Presidente della Croce Verde di Lucca, Daniele Massimo Borella, il direttore di medicina di comunità dell’Asl Toscana Nord-Ovest nell’ambito territoriale di Lucca, Marco Farnè, nonché i sette medici volontari che si sono resi protagonisti di questa nuova avventura: Guglielmo Menchetti, Alessandro Romboli, Antonia Tucci, Cristina Barbieri, Mauro Saccocci e Lorenzo Mencacci, coordinati da Michele Carmassi, Direttore sanitario della stessa Croce Verde di Lucca.

Tre i giorni di apertura – lunedì, mercoledì, venerdì – con due slot, mattutino e pomeridiano (9:30 – 11:30 e 17:00 – 19:00) per le visite, che si terranno presso l’ambulatorio nella sede centrale della Croce Verde di Lucca, in viale Castracani 468/D.

“Fin dall’inizio del conflitto, la Croce Verde di Lucca si è messa in moto per portare soccorso nelle zone di guerra – dichiara Daniele Massimo Borella – ricordo l’invio di un’ambulanza, la raccolta fondi e la raccolta e spedizione di materiale di prima necessità, che ha portato alla partenza di ben quattro tir carichi di cibo, vestiario e altri beni verso il confine tra Romania e Ucraina. L’emergenza, tuttavia, la stiamo letteralmente toccando con mano attraverso l’arrivo di persone in fuga dagli scontri. Così, ci siamo attrezzati per operare in tal senso sul nostro territorio – continua Borella – attraverso l’esecuzione di tamponi antigenici 92, da metà marzo – e, ora, con questo nuovo progetto che mira anche a facilitare il percorso della ASL atto all’assistenza sanitaria di persone straniere temporaneamente in Italia. Il nostro sentito ‘grazie’ a Marco Farnè e a questi stimati e apprezzati professionisti, che hanno deciso di mettere a disposizione gratuitamente il loro tempo, le loro capacità e le loro conoscenze”.

Queste le azioni intraprese fino ad ora dalla Croce Verde di Lucca per aiutare la popolazione ucraina colpita dal conflitto:

– invio di un’ambulanza e di materiale sanitario da utilizzare negli scenari di guerra;

– raccolta fondi con donazioni tramite Paypal e bonifico bancario;

– raccolta e invio di materiale di prima necessità, in collaborazione con Auser Lucca, Colors for Peace e RFK Human Rights Italia. In particolare, sono stati caricati 4 tir, per un totale di 133 pallet e 874 sacchi e scatole, contenenti  cibo, vestiario, prodotti per l’igiene, carta, coperte, giocattoli;

– esecuzione di 92 tamponi antigenici su persone provenienti dall’Ucraina, a partire dal 14 marzo.

 

Share