Alfa Romeo: brutte notizie in arrivo

Alfa Romeo: brutte notizie in arrivo

Alfa Romeo: brutte notizie in arrivo

di Marco Longo 23 maggio 2020 – 12:51

 

Alfa Romeo: brutte notizie in arrivo

Il Biscione deve fare i conti con il rinvio degli investimenti previsti dal piano Italia per Cassino

Arrivano brutte notizie per Alfa Romeo. La casa automobilistica del Biscione deve fare i conti con un ulteriore rinvio dell’inizio della produzione. Questa infatti non riprenderà a Cassino prima del 1 luglio 2020. Dopo che nei giorni scorsi sono state prodotte le poche unità che erano state ordinate nei mesi precedenti al lockdown, adesso la fabbrica sita a Piedimonte San Germano rimarrà ferma fino a fine giugno a causa della mancanza di nuovi ordini.

Due cattive notizie per Alfa Romeo

Come già annunciato in precedenza, per far fronte a questa situazione il gruppo Fiat Chrysler Automobiles utilizzerà la cassa integrazione in deroga, prevista dal Decreto Rilancio del governo. Questo fino al prossimo 15 giugno. Dalla metà del prossimo mese in poi invece la società utilizzerà la cassa integrazione ordinaria. Non si può escludere che ulteriori stop possano essere annunciati nel corso delle prossime settimane nello stabilimento di Alfa Romeo.

Altra cattiva notizia riguarda l’inizio dei lavori di adeguamento dello stabilimento per i nuovi modelli previsti dal Piano Italia. Ricordiamo che questo piano, annunciato a novembre dello scorso anno dal numero uno di FCA, Mike Manley, prevedeva investimenti fino a 5 miliardi di euro in Italia da parte del gruppo nei suoi stabilimenti compreso anche Cassino per il lancio di nuovi modelli.

Il programma, che prevedeva un investimento da 800 milioni di euro per Cassino, è stato posticipato. L’investimento serviva alla futura produzione delle versioni ibride di Alfa Romeo Giulia e Stelvio e per il nuovo Maserati D-SUV che sarà prodotto sempre a Cassino nei prossimi anni.

 

Share
Verde Azzurro 6

Verde Azzurro 6