CAPANNORI – AL VIA IL NUOVO PROGETTO “BOING!” PER L’INCLUSIONE DEGLI STUDENTI E LA PREVENZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

E’ rivolto a 100 studenti delle quattro scuole secondarie di primo grado di Capannori. Attività di doposcuola gratuite

Ampliare e qualificare l’offerta formativa extrascolastica delle quattro scuole secondarie di primo grado di Capannori. Questo l’importante obiettivo del nuovo progetto ‘Boing! Un salto a scuola” che ha preso il via oggi (lunedì) e coinvolgerà 100 studenti (25 per ciascun istituto comprensivo) in attività di doposcuola gratuite due giorni a settimana con trasporto gratuito per chi non dispone dei mezzi. Il progetto è promosso dall’associazione Itaca assieme alle associazioni Odissea, Legambiente Capannori e Piana lucchese, Experia, Bi-done Centro riuso creativo, Comitato studenti per il diritto allo studio e Sofa (Shared Office for the Arts) ed è realizzato grazie al sostegno del Comune di Capannori e della Regione Toscana. Quest’ultimo ente, in particolare, ha concesso un cofinanziamento di 10.800 euro nell’ambito di un bando per iniziative dedicate a soggetti del terzo settore.

Il progetto intende ridurre le diseguaglianze, promuovere l’inclusione, prevenire e contrastare il disagio e la dispersione scolastica, offrendo agli studenti nuove esperienze, competenze e opportunità.

Boing! Un salto a scuola” si pone in continuità con il progetto “Tacsi – DoposQuola” e prevede laboratori educativi all’interno delle quattro scuole secondarie di primo grado (Capannori, San Leonardo in Treponzio, Lammari e Camigliano) e anche una sorta di sostegno scolastico.

Boing! è un progetto di particolare valenza educativa e sociale, perché è volto a favorire dinamiche inclusive eliminando gli ostacoli che si frappongono all’apprendimento da parte di alcuni studenti anticipando le criticità del rischio dispersione scolastica -afferma l’assessore alle politiche educative, Francesco Cecchetti –. Obiettivi importanti per il cui raggiungimento vengono realizzate attività mirate che promuovono il protagonismo dei giovani, l’impegno civico, l’attenzione per l’ambiente e l’economia circolare. Il progetto si inserisce all’interno del ‘Patto per la scuola’ che definisce i principi di azione da perseguire in maniera integrata fra amministrazione comunale e istituti comprensivi”.

Boing!” fa perno sull’introduzione di attività e approcci pedagogici innovativi volti a sviluppare il protagonismo dei giovani e l’adozione di stili di vita sostenibili, co-progettati e co-gestiti dalle scuole assieme all’associazionismo.

Share