Al via il bando 2022 per smaltire modesti quantitativi di amianto

Ci saranno due finestre temporali per poter presentare domanda e conseguente rendicontazione. L’assessora Simi invita i cittadini a utilizzare questa opportunità che va nella direzione della tutela dell’ambiente e della salute.

E’ stato pubblicato ieri (18 febbraio) il bando che si rivolge ai cittadini che vogliano smaltire modeste quantità di materiali contenenti amianto presenti in case private e nelle loro pertinenze, poste sul territorio comunale. L’amministrazione comunale mette infatti a disposizione 40.000 euro per il 2022 per questo tipo di operazione a beneficio dell’ambiente e della salute di tutti.

L’amianto è stato messo al bando all’inizio degli anni Novanta nel nostro Paese – afferma l’assessora all’ambiente Valentina Simi – perché causa gravi danni alla nostra salute e all’ambiente. Tuttavia è purtroppo ancora diffuso in maniera notevole ed è per questo che, nell’ambito del piano di azioni green a tutela dell’ambiente, abbiamo voluto fornire risposte a anche a questa problematica. Al bando 2021 hanno risposto 19 utenze e hanno poi rendicontato l’intervento 11 di esse, beneficiando in questo modo del contributo. Il bando 2022 prevede due finestre temporali per la presentazione della domanda, per facilitare le persone ad accedervi: invito quindi tutti i cittadini a utilizzare questa opportunità per smaltire eventuali parti di amianto che dovessero avere presso le loro case o le loro pertinenze”.

Il contributo, a fondo perduto, verrà riconosciuto nella misura del 70% delle spese sostenute per i lavori di rimozione e smaltimento e potrà raggiungere l’importo massimo di 800 euro. I materiali contenenti amianto possono essere pannelli, lastre, ondulati, cappe, canne fumarie, serbatoi per l’acqua, pavimenti in piastrelle viniliche. Le domande potranno essere presentate all’interno di due finestre temporali: la prima entro il 28 aprile, e il rendiconto del lavoro eseguito dovrà essere presentato entro il 2 settembre; la seconda dal 29 aprile al 29 luglio, e il rendiconto del lavoro entro il 30 novembre 2022.

Il bando con tutte le informazioni e i moduli della domanda sono scaricabili sulla pagina web www.comune.lucca.it nella sezione “ambiente”, oppure reperibile all’Urp di via del Moro. La domanda dovrà essere sottoscritta e compilata in ogni sua parte e corredata della necessaria documentazione, pena l’esclusione dalla graduatoria. Le domande dovranno pervenire al Comune con le seguenti modalità: consegnate a mano presso l’Ufficio Protocollo, piazza San Giovanni Leonardi 3, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13- martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15 alle ore 17; inviate alla P.E.C. comune.lucca@postacert.toscana.it; inviate alla mail: protocollo@comune.lucca.it; a mezzo servizio postale ordinario, indirizzate a: Comune di Lucca, Ufficio Protocollo, piazza San Giovanni Leonardi, n. 3 – 55100 Lucca.

Share