Sono partiti nei giorni scorsi, allo stadio Alessio Nardini di Castelnuovo di Garfagnana, i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per garantire l’accesso alla struttura e la possibilità di vedere le partite alle persone affette da disabilità. Il progetto, realizzato dall’architetto ed ex giocatore del Castelnuovo, Pacifico Fanani, prevede la realizzazione di una rampa di accesso e di una postazione coperta destinata ai disabili, in grado di ospitare fino a 4 persone affette da handicap.
Nel dettaglio i lavori prevedono: la realizzazione di un basamento dell’altezza di circa 90 cm, eseguito in getto di calcestruzzo; la realizzazione di una rampa di accesso alla postazione dei disabili eseguita in calcestruzzo e della pendenza massima dell’8%; la realizzazione di una postazione protetta destinata alla visione degli eventi da parte dei disabili (la struttura sarà costutuita da scatolari in acciaio e sarà tamponata sui due lati da dei pannelli, mentre la parte frontale della stessa sarà divisa in due vetrate; la parte di ingresso sarà divisa con un’anta apribile verso l’esterno delle dimensioni di 110×210 cm).
“Continua l’impegno dell’Amministrazione – ha detto il consigliere delegato Alessandro Pedreschi – per eliminare le barriere architettoniche e le problematiche che le persone con disabilità devono affrontare ogni giorno. In questo caso si tratta di un intervento molto atteso e a cui tenevamo particolarmente. Un intervento che darà la possibilità ai tifosi affetti da disabilità di poter seguire e godersi le partite casalinghe del Castelnuovo. Tra questi anche un nostro giovane tifoso in carrozzina”.

Share