venerdì 31 maggio, alle ore 21:15, al Teatro Comunale Idelfonso Nieri di Ponte a Moriano! – interludio per chitarra

In un vecchio palazzo che si affaccia sulla via principale del Ghetto Ebraico di Ferrara, per uno strano gioco di accadimenti, al limite del surreale, rivive, evocato, il dramma atroce della Shoah, e le inesauribili conseguenze che ha anche su chi quel dramma non ha vissuto direttamente.
L’uso della particolare tecnica “del velario” permette di alternare materiale filmato e performance ‘dal vivo’; i filmati propongono scene della deportazione ma anche disegni dei bimbi internati nei campi di sterminio.
L’interludio è una ‘’ninna nanna’’ popolare che le mamme ebraiche cantavano ai figli mentre li accompagnavano verso la camera a gas con l’illusione di rendere meno spaventoso e doloroso quel momento.
Una di queste madri è stata Ilse Weber.

Celebrando Ilse Weber vogliamo celebrare tutte quelle madri che, nel tempo, hanno dovuto accompagnare i propri figli lungo un cammino doloroso e spesso tragico, mascherando lo straziante dolore dietro faticosissimi sorrisi: le Madri dei Desaparecidos, le mamme dei profughi immigrati dei barconi della “disperanza”, ma anche le mamme dell’Ospedale Gaslini, del Mayer o del Bambin Gesù, che, cantando le loro ninne-nanne, accompagnano i figli lungo gli ardui cammini della sofferenza.
A tutte quelle MADRI è dedicato questo spettacolo.

Con Fabio Belletti e Stefano Pardini, Daniele Bertozzi e la partecipazione di Viola Lombardi

Idea scenica e regia filmati: Fabio Belletti
Realizzazione tecnica: Mario Pelanda
Aiuto regia e abbigliamento: Francesca Musetti e Carla Senesi
Consulenza registica e documentazione: Stefano Pardini
Assistenza di scena: Angela Cosignani – Electronic teller: Paolo Alicata
Con la collaborazione di: Alessandro Belli, Laura Chicca, Nicola Marlia

Regia di VIOLA LOMBARDI e DANIELE BERTOZZI

— presso Teatro Comunale “I. Nieri” di Ponte a Moriano.

Share