Sabato 30 maggio ore 21:00

C

omteatro presenta: Fuori Gioco, l’anima del quartiere. Si dice spesso che il gioco del calcio sia una metafora della vita ed infatti in questo commovente ed emozionante spettacolo lo è: un campetto di periferia diventa il simbolo di una umanità spesso dolente e sconfitta; narrato con grande efficacia da un attore solo in scena. Non è il solito spettacolo di narrazione, qui Clementelli interpretando a meraviglia diversi personaggi, dall’allenatore, alle figure umanissimamente reali e variegate, mai parodistiche, dei giocatori, dal prete, a Zeman diventato santo, ci restituisce perfettamente un mondo di periferia fatto di illusioni, di difficoltà esistenziali senza alcuna retorica, anzi con il filtro dell’ironia e della commozione dove il pubblico è subito parte del gioco, anzi, giocatore, dove facilmente i ragazzi vi si possono ritrovare.

simone

gioco

alfieri

Share