Al lavatoto.

30698047_10155551680186814_7177758008242565662_n


Quando il tempo non minacciava pioggia era il momento propizio per lavare e asciugare i panni di casa.
La biancheria era sfregata, strizzata, e battuta su un piano obliquo, che poteva essere costituito da una pietra liscia, un’asse, una tavola di legno oppure il bordo della fontana. Fino a pochi decenni or sono il bucato era un lavoro domestico che richiedeva un enorme dispendio di tempo e di energie. Le case con uno spazio adeguato per lavare erano rarissime, non tutti avevano a disposizione l’acqua occorrente per risciacquare, e pertanto il bucato era un’attività che si svolgeva in pubblico, o ai fiumi o presso i lavatoi.

Share