Aeroporto di Capannori, vicina la pubblicazione del bando per la vendita del 70% del capitale sociale

E’ pronto il bando per la vendita a un soggetto privato della parte più consistente delle quote detenute dal Comune, pari al 70% del capitale sociale, nella società Aeroporto di Capannori. L’atto amministrativo, predisposto secondo gli indirizzi approvati dal consiglio comunale, è stato inviato a Enac. Una volta ottenuto il via libera dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, presumibilmente entro poche settimane, sarà pubblicato dall’amministrazione comunale.aeroporto-capannori

Cinque sono le società che hanno già manifestato il proprio interesse a diventare soci di maggioranza dell’avioscalo di Tassignano, rispondendo all’avviso pubblico dello scorso agosto. Si tratta di soggetti legati all’innovazione, all’aviazione civile e alla sperimentazione aerospaziale. Potrebbero però aggiungersi altre imprese, perché il bando sarà aperto a tutti i soggetti che rispettino determinate caratteristiche dal punto di vista economico – finanziario e di conoscenze tecniche.

“La cessione del 70% del capitale sociale è un passo fondamentale per il proseguimento del piano di sviluppo dell’aeroporto che abbiamo fino a ora costruito raggiungendo pietre miliari quali la concessione ventennale da parte di Enac ottenuta nel 2015 – spiega l’assessore alle società partecipate, Ilaria Carmassi -. Il nostro obiettivo è che si affermi sul piano nazionale e regionale come realtà legata a servizi qualificati per i settori dell’innovazione e della ricerca aerospaziale e dell’aeronautica leggera, nonché ad attività correlate ai droni. Dovranno inoltre essere valorizzate quelle di aviazione generale e quelle legate ai servizi di emergenza e pubblica utilità come l’antincendio”.

“Quello che noi cerchiamo è un partner serio, con il quale avviare un dialogo costruttivo nell’interesse di tutti – prosegue il componente della giunta Menesini – E’ per questo che vogliamo mantenere il 20% del capitale sociale. Come amministrazione comunale saremo garante del futuro dell’aeroporto, nonché rappresenteremo un soggetto qualificato per dialogare con istituzioni di livello superiore”.

Nel frattempo la giunta comunale ha approvato lo stanziamento di 30 mila euro per la società Aeroporto di Capannori. Si tratta di una spesa necessaria per il mantenimento ordinario della stessa spa. L’importo sarà dilazionato in tre rate da 10 mila euro l’una.

L’aeroporto di Capannori, società di cui attualmente il Comune detiene quote pari al 90% del capitale sociale mentre le rimanenti parti sono suddivise tra Provincia di Lucca (6,2%) e Camera di Commercio di Lucca (3,8%), si avvicina quindi a un punto di svolta. La manifestazione di interesse da parte dei privati ha rappresentato l’esistenza di concrete prospettive di sviluppo dell’aeroporto secondo quanto già delineato in passato e tenendo conto della concessione ventennale da parte di Enac. Alla luce di questo, prima l’assemblea dei soci nello scorso settembre, poi il consiglio comunale lo scorso 9 novembre avevano dato il via libera all’ingresso di un nuovo socio di maggioranza e quindi alla stesura del bando per la cessione delle quote del Comune.

Share