Accorpare l’istituto scolastico di Stazzema con quello di Seravezza è una follia. Solo un pazzo potrebbe pensarlo.
Invece leggere che la regione già nel 2018 lo aveva scritto nero su bianco ed era pronta a farlo nel 2019-2020 ci fa rabbrividire. Ad oggi la regione che servizio pensa verrebbe offerto ai bambini a seguito della fusione dei due plessi?
Soprattutto quando già le scuole di Seravezza hanno subito dei disagi?
A Seravezza capoluogo la scuola non c’è più in seguito al trasferimento a Ripa per problemi legati alla sismicità della struttura, sulla quale ci stiamo battendo per una riapertura rapida, e le altre sedi devono subire degli ammodernamenti, anch´essi legati alle leggi sull’antisismica degli edifici pubblici.
La scuola ovviamente più vicina a Stazzema in caso di accorpamento è quella di Ripa, che ospita già tutte le classi della Frediani di Seravezza e quelle della Calvino di Ripa.
La regione investe molto sul parco della pace ma Stazzema non è solo un luogo di ricordo di ciò che è stato, ma un comune di abitanti a cui devono essere garantiti i servizi necessari per la cittadinanza, e la scuola è uno di essi.
Noi pensiamo che la cittadinanza in questi anni sia stata troppo trascurata e che i servizi andrebbero aumentati, potenziati e non eliminati.
Saremo perciò al fianco di chi vuol difendere la scuola.
Partito della Rifondazione Comunista
Federazione della Versilia

Share