ACCIUGHE MARINATE, ricetta in dialetto lucchese10922606_712128585553057_3229997594138795439_n

ricetta di mi mà cucinava così ricetta pubblicata sul libro a pag 8, foto dei legittimi proprietari, solamente indicativa sul prodotto finale
Indate a comprà delle acciughine salate dar bottegaio, belle polpacciute, lavatele, levatini la lisca e asciugatele in un cencio bianco di coton.
Preparate un trito abbondante di purdisemino (erbuccio, prezsemolo, prezzemolo, più ce ne mettete più doventin bone, insomma l’acciughe devin sparì) aglio e peperoncin.
Pigliate un recipiente di vetro o di coccio mettetici un giro d’olio bòno, l’acciughe e ir pesto, po’ olio, acciughe e pesto po’ olio fin a finì l’ingredienti.
Mi raccomando un lesinate sull’olio e sur pesto che è quello che è più bòn.
Mettetele al fresco, in fregorifero và ben, tappate sennò appuzsin tutto e ripigliatele tra quattro giorni che allòra èn fatte, bòne da mangià.
Mangiatele messe in cima a una fetta di pàn lucchese, casalingo, magari di Sesto di Moriano.
Un’usate ir pan toscano che i pisani han messo la moda di un mettici ir sale… ditini lo mangin lòro !!!
di ezio lucchesi

Share