ACCADDE OGGI –  il 28 dicembre 1943, i sette fratelli Cervi (Gelindo, Antenore, Aldo, Ferdinando, Agostino, Ovidio ed Ettore) furono fucilati dai fascisti nel poligono di tiro di Reggio Emilia.

All’inizio della seconda guerra mondiale casa Cervi era diventata un centro di opposizione al fascismo e alla guerra: con i figli maschi, papà Alcide aveva costituito la “Banda Cervi”, dedita alla lotta partigiana.

FONTE FOCUS STORIA

Share