Accadde oggi, 9 gennaio 2007: ecco l’iPhone!

 

Non siamo più in fibrillazione per l’ultimo in arrivo! Non lo è stato per l’iPhone 8, neppure per l’X che celebrava il decennale.

La conferma che anche questa “bolla” tecnologica, dal telefonino che ci costringe tutti a guidare con una mano sola e a passeggiare con la testa in basso, come se avessimo vergogna (e la vergogna vera, fino ad ora era quella di non ricevere messaggio o like o post…) sta già passando!

Tutto passa! Lo ricordiamo a coloro che credevano prima con il 2.0 e poi con il 4.0 di essere approdati al futuro!

Nella storia dell’uomo non c’è nulla di definitivo e presto, i nativi digitali  metteranno i capelli bianchi e si accorgeranno che ancora qualcosa di nuovo e più stupefacente sta per nascere…e si sentiranno rispetto ai nuovi giovani, analfabeti come coloro che non sapevano usare un computer!

Noi, intanto che abbiamo assistito, in questi giorni, ad un primo crollo in borsa di una di quelle fortezze che sembravano eterne, Apple, che ha bruciato in un giorno capitalizzazioni per un quinto del debito nazionale italiano! ricordiamo la prima uscita di questo “telefonino” che è diventato un parte essenziale di noi!

 

 

di Daniele Vanni

 

 

Eravamo appena ieri, in attesa dell’iPhone8, tra patemi d’animo per il mancato jack per gli auricolari, la doppia o tripla telecamera, l’assemblaggio riportato in USA, secondo i dettami di Trump e le infinite diavolerie, dalle impronte digitali alle tantissime app che poi, lo sappiamo, non apriremo mai, inventate da un marketing che seppur con conti astronomici, non vede però gli assalti all’ultimo modello, come accadeva fino ad un paio di anni fa.

Il tutto, scordandoci, però, per quanto riguarda non l’azienda, ma tutti noi, un piccolo, insignificante particolare: che si tratta in fondo di un telefono!

E sì, perché questo che dalla sua seconda o terza uscita è un vero e proprio computer tascabile, ormai non è più un telefono, un mezzo per comunicare con gli altri, ma una parte di noi! Che ci segue all’orecchio perché il bluetooth non è così intimo, mentre guidiamo: e infatti un buon 30% degli automobilisti italiani sono costantemente…al telefono! Dentro il bagno ed anche sotto la doccia, perché gli ultimi sono davvero impermiabili e come farsi mancare di dire l’ultima cosa senza senso all’amico mentre ci insaponiamo la schiena!

Insomma non è importante trasmettere qualcosa o sentirla da chi ascoltiamo a distanza: come profetizzava McLuhan per i media, è molto più importante lo strumento che l’informazione!

Il sociologo non ha fatto in tempo ad analizzare il mondo-web o il mondo-smartphone, perché avrebbe subito capito che con l’iPhone, (come su Facebook!) l’importante siamo noi!!

 

Meucci (ma anche Bell che, pare per maggiori mezzi, gli soffiò il brevetto) avevano inventato il telefono per mettere in comunicazione due persone a distanza. Non avrebbero mai pensato che il telefono sarebbe diventato lo strumento principe per “rinchiudere l’uomo in se stesso”!

Meucci, Bell, Edison che lo migliorò, non potevano pensare pur essendo dei geni allo smartphone, cioè al telefono “intelligente” così intelligente che fa astrarre il proprietario dalla realtà!

Infatti ,vediamo, almeno in Italia, la gente passeggiare che pare parlare da sola, come una volta le persone non proprio a posto… e se andiamo bene ad analizzare… Basterebbe partire dai sensi di assoluto disagio, di panico, di nausea, per chi lascia il telefonino a casa o in ufficio e d’un tratto si sente tagliata fuori dal mondo!!!

 

L’iPhone è una famiglia di smartphone dell’Apple Inc. attualmente disponibile in commercio con i modelli, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s e iPhone 6s Plus ,iPhone 7, l’8 e poi l’X che sembrava una bomba…ed è già…vecchio!

In particolare l’iPhone rientra nella fascia alta del mercato degli smartphone e, come tutti gli smartphone più avanzati, offre funzioni multimediali di alto e altissimo livello.

Il primo modello, distribuito nel 2007, era un GSM EDGE quad-band,mentre le versioni successive hanno adottato la tecnologia UMTS e HSDPA.

L’iPhone includeva una fotocamera digitale più una frontale a partire dal quarto modello (iPhone 4), un dispositivo Assisted GPS e un lettore multimediale (le funzioni di UMTS e AGPS sono state inserite a partire dalla versione 3G).

I dispositivi, oltre ai normali servizi di telefonia quali chiamate SMS ed MMS, permettono di utilizzare servizi come posta elettronica, navigazione web, Visual Voicemail e possono connettersi tramite Wi-Fi.

 

Tutti i servizi sono controllabili dall’utente tramite uno schermo multi-touch, una tastiera virtuale, un pulsante per tornare al menu principale (detto tasto Home), due piccoli tasti per la regolazione del volume, uno per passare dallo stato di suoneria allo stato di vibrazione ed uno per lo stand-by/spegnimento.

L’interazione con l’utente è coadiuvata da un accelerometro e un giroscopio digitale, che funzionano da sensori di movimento, un sensore di prossimità e un sensore di luce ambientale.

Apple ha depositato più di 400 brevetti legati a tali dispositivi.

 

L’iPhone 4S, l’iPhone 5, e l’iPhone 5s sono stati dichiarati gli smartphone più venduti di tutti i tempi.

 

Il primo iPhone fu presentato da Steve Jobs, ex CEO della società, durante la conferenza di apertura del Macworld il 9 gennaio 2007.

Il dispositivo è comparso nei negozi Apple e quelli Cingular/AT&T negli USA dal 29 giugno dello stesso anno.

Share