16 settembre Oklahoma_Land_Rush

 

Accadde Oggi, 16 Settembre: 1893, la Corsa alla terra dell’OklahomaI coloni corrono in gara per accaparrarsi la terra migliore del Cherokee Outlet! Tanto folle, che pareva un’invenzione filmica! Invece i coloni americani si disputavano davvero in corse sfrenate, e dove l’esercito puniva con la morte i bari, le terre migliore ancora da colonizzare!

Già andare al West era follia, quindi…

di Daniele Vanni

Gli Americani sono capaci di tutto!

Avevano ragione Benigni e Troisi in: “Non ci resta che piangere” quando, finiti nel passato, per “fermare” l’americanizzazione del mondo, vogliono impedire la partenza di Colombo!

Siamo così abituati al loro oltrepassare ogni misura, forse per staccarsi dal misurato e ordinato vivere dei loro progenitori inglesi, che non distinguiamo più tra realtà e film: dal momento che la pellicola è la loro arte maggiore e ne hanno davvero invaso il mondo!

Così credevamo che le corse con carri, cavalli per aggiudicarsi l’assegnazione di un terreno, fosse una trovata filmica, un’invenzione hollywoodiana che ha fatto del Far West qualcosa di assai più importante della filosofia greca o  dell’Impero Romano.

Invece no! E’ avvenuta veramente!

La corsa si svolse il 16 settembre 1893 ed ebbe come traguardo la terra dell’Oklahoma, uno stato federato del centro-sud degli USA che ha dato il nome ad una pistola della nostra infanzia e forse anche ad un trenino! Il nome invece derivava dagli indigeni e stava a significare: terre delle persone rosse”. E lo fu veramente dato che gli yankees vi crearono il più grande territorio indiano, rifiutandosi però di farne un vero stato federato a maggioranza pellerossa.

Fu una gara senza precedenti, per conquistare un appezzamento in una nuova terra ancora vergine. La terra fu suddivisa in 42.000 poderi, disponibili alla prima persona che vi avesse messo piede. Da tutti gli Stati Uniti giunsero circa 100.000 persone!

I confini di quello noto anche come “Cherokee Outlet”, con oltre 6,5 milioni di acri (26.000 km²) di terreno a disposizione! furono protetti da soldati dell’esercito statunitense fino a quando la corsa avrebbe avuto inizio. A mezzogiorno preciso del 16 settembre 1893, un colpo di cannone diede il segnale di partenza! Fu la più grande corsa per la terra nella storia degli Stati Uniti e del mondo!

Vi fu anche il fenomeno dei Sooners (i più veloci, per presa di giro!) che nottetempo si erano nascosti nei ruscelli, nei fossi, in anfratti e che giunsero prima, più presto nell’assegnazione! Il contenzioso, alla faccia della lentezza dei tribunali italiani, è continuato in alcuni casi per tutto il XX° secolo!

Un film, “Cuori ribelli”, interpretato da Tom Cruise e Nicole Kidman si è ispirato a tale evento storico, rappresentandolo in modo spettacolare, con stereotipi e retorica fortemente hollywoodiani.

L’evento è citato anche in un albo speciale di Tex, Oklahoma!, uscito nel 1991, con testi di Giancarlo Berardi e disegni di Guglielmo Letteri.

La corsa è anche il tema centrale di una storia nella serie di fumetti belga Lucky Luke.

Ma se quella del 1893, fu la “corsa” più importante, alte ve n’erano state:

l’Oklahoma Land Rush del 1889 era stata la prima corsa terra nelle terre non assegnate . La corsa era iniziato a mezzogiorno del 22 aprile, 1889, con una stima di 50.000 persone in linea per il loro pezzo di terra tra due milioni di acri (8.000 km ²) a disposizione.

Altre corse si tennero nel 1891 e 92.

Film sulla Corsa in Oklaoma

Su queste corse come sul West è stata girata tanta pellicola. Noi abbiamo scelto due film.

Cimarron1960

Cimarronfilm western del 1960 di Anthony Mann tratto dal romanzo omonimo scritto da Edna Ferber nel 1929 ed è un remake di I pionieri del West di Wesley Ruggles (1931).

Con Glenn Ford ed Anna Baxter.

Alla fine dell’Ottocento, l’avventuroso pioniere Yancey Cravet con la moglie Sabra, tenta di accaparrarsi la terra che sogna per il futuro della sua famiglia emigrando verso l’Oklahoma, dove le terre sono state aperte ai pionieri.

La corsa alla terra è pericolosa e Yancey (soprannominato Cimarron) aiuta altri coloni in difficoltà, pertanto perde tempo e così quando arriva alla terra che desidera, questa è già stata presa. Fonda così un giornale in città, l’Oklahoma Wigwam, aiutato dalla moglie Sabra che lo sostiene, finché ha notizie di guerre e il suo spirito inquieto lo chiama altrove.

Abbandona la moglie e il figlio Cim, che nel frattempo gli è nato, e parte alla conquista di nuove terre nel Cherokee. Yancey combatte poi nella guerra ispano-americana. Torna a Osage, la cittadina che l’ha visto nascere, accolto come un eroe. Fa l’amara scoperta che gli indios hanno trovato il petrolio nella loro riserva ma avendo venduto i diritti del sottosuolo a un grosso proprietario della zona, non possono sfruttare l’oro nero. Yancey si allontana di nuovo, e definitivamente, dopo aver rinunciato alla nomina a governatore per non dover sottostare alle poco pulite manovre di un magnate del petrolio. Rinuncia a stare vicino alla famiglia che pure, a suo modo, ama intensamente. Intanto gli anni passano e Sabra, da sola, manda avanti il Wigwam facendolo diventare il più importante e diffuso giornale dello stato e lei viene considerata come la più autorevole e nobile rappresentante dell’antica famiglia dei pionieri. I successi professionali della donna, però, non fanno spengere nel suo cuore l’amarezza causata dalla lontananza del marito.

Anni dopo, in una riunione della testata del giornale giunge notizia della morte di Cimarron in Europa e viene pianto dalla moglie, anziana e ancora innamorata.

locandina

 

 

E Cuori ribelli(Far and Away) del 1992 diretto da Ron Howard,  tratto da uno scritto di Howard e Bob Dolman. Il film ha come interpreti principali Tom Cruise e Nicole Kidman. Con una colonna sonora di cui fa parte Book of days di Enea.

Cruise e Kidman interpretano la parte di due immigranti irlandesi alla ricerca della loro fortuna nell’America del 1890, prendendo alla fine parte alla Corsa alla terra del 1893.

Trama

In Irlanda, la casa della famiglia di Joseph Donnelly viene bruciata dagli uomini del suo padrone di casa per non aver pagato gli affitti. Giurando vendetta, Joseph tenta di uccidere il padrone di casa, ma conosce la figlia, Shannon, intenta a ribellarsi alle tradizioni di famiglia e fuggire in America. I due decidono di fuggire insieme.

Su una nave, Shannon e Joseph conoscono il signor McGuire, che cerca di aiutarli a rivendere i cucchiai d’argento che Shannon aveva portato con sé. Arrivati a Boston, McGuire viene ucciso e i cucchiai rubati. Joseph e Shannon fuggono ed incontrano un operaio, Kelly, leader della comunità di immigrati irlandesi, che trova loro un alloggio e dei posti di lavoro, ma purtroppo i due sono costretti a condividere l’unica stanza rimasta; per evitare uno scandalo, Joseph dice che Shannon è sua sorella.

Nei giorni passati, Joseph e Shannon iniziano ad essere attratti l’un l’altro ma entrambi respingono i propri sentimenti. Joseph viene introdotto in un club di boxe diventandone un idolo. Intanto in Irlanda, la casa dei Christie viene bruciata e la famiglia decide di emigrare in America per ritrovare la loro figlia Shannon.

Una sera, Joseph va al club di Kelly e scopre Shannon sul palco come una ballerina di burlesque. Mentre cerca di interrompere il ballo, Joseph viene circondato da alcuni ammiratori che lo invitano ad un incontro di boxe con una somma di 200 dollari. Joseph, convinto da Shannon, accetta l’incontro ma durante la lotta viene distratto da uomini che tentano di abusare di Shannon e per questo viene sconfitto e cacciato dal club insieme a Shannon ed anche dall’alloggio.

Finiti per la strada e senza un soldo, Joseph e Shannon entrano infreddoliti in un casa che sembra abbandonata; lì mangiano e si scaldano e si dichiarano i sentimenti, ma arriva il proprietario della casa; Shannon e Joseph riescono a fuggire, ma Shannon rimane ferita per un colpo di fucile alla spalla.

Joseph porta Shannon in una casa, per cercare aiuto, e arriva presso la casa della famiglia dei Christie, giunti in America e si allontana senza riuscire a dichiararle i suoi sentimenti.

Joseph trova lavoro presso una ferrovia abbandonando il suo sogno di possedere la terra. Un giorno fugge e va in Oklahoma per rivendicare il suo diritto sulla terra. Qui ritrova Shannon e il suo promesso sposo Stephen, geloso delle sue attenzioni per Shannon e disposto ad ucciderlo. La notte precedente alla corsa per la conquista della terra, il cavallo di Joseph muore e lui ne prende un altro che riesce a prevalere sugli altri, dopo aver scoperto che Stephen aveva imbrogliato controllando illegalmente il territorio prima della gara.

Joseph è pronto a piantare la sua bandiera mentre Shannon si precipita al suo fianco respingendo definitivamente Stephen. Tuttavia Stephen approfitta di un attimo di distrazione e si avventa su Joseph, i due iniziano a lottare e Joseph viene schiacciato dal peso del cavallo. In quel momento lo spirito di Joseph si allontana dal suo corpo e “sorvola” la terra sotto di lui e vede la disperazione di Shannon. Lo spirito di Joseph rientra nel ragazzo ed egli riprende conoscenza e i due insieme piantano la bandiera per prendersi la terra e vivere per sempre felici e contenti.

 

 

Share